Udinese, Oddo: “Napoli? Logico che siano favoriti ma cercheremo di dare il massimo”

Db Bologna 09/06/2015 - play off Serie B / Bologna-Pescara / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Massimo Oddo
Condividi la notizia sui social

Dopo aver esonerato Delneri, l’Udinese ha optato per Massimo Oddo come nuovo tecnico dei bianconeri.

Come primo avversario, l’ex allenatore del Pescara affronterà il Napoli nel match interno della 14esima giornata di Serie A: “Non andiamo in campo per aspettare la partita successiva e fare esperimenti. Ci sono tre punti in palio e cercheremo di dare il massimo. Se saranno più bravi di noi otterranno di più, ma dovranno sudarsela la vittoria. Il nostro campionato è fatto di 38 partite e in ognuna di essa ci sono 3 punti in palio. E noi andremo in campo ogni domenica cercando di ottenere il massimo. Il Napoli è una delle migliori 4-5 squadre di Europa, logico che siano favoriti”.

Con quale modulo giocherà l’Udinese? “Posso dire che ognuno sarà nella sua posizione. Io credo che un allenatore debba mettere nelle migliori condizioni i giocatori secondo le loro caratteristiche. Già non è semplice sorbire le direttive di un allenatore nuovo. Per cui le indicazioni saranno poche ma chiare”.

Bilancio dei primi 3 giorni: “Ottimo approccio e ho trovato la massima disponibilità di tutti i ragazzi, che hanno cercato di capire cosa voglio. Serve coraggio e dare tutto quello che abbiamo. Col tempo tutto andrà migliorato, ma è inevitabile che in pochi giorni si può fare poco e all’inizio l’unico cambio di passo possibile è mentale”.

Cosa ha chiesto alla squadra?: “Ho fatto piccole ma chiare richieste. Quella principale è il coraggio, quello che si deve avere contro una squadra forte”.

Bollettino medico: “Hallfredsson non ce la fa, Larsen ha recuperato dall’infortunio”.

su Scuffet: “Domani gioca. L’ho trovato sereno, è un ragazzotto che si sta facendo grande e crescendo capisci che il calcio ti mette di fronte a situazioni difficili e lui deve essere in grado di superarle”.

C’è un tallone d’Achille nel Napoli?: “Nessuno è perfetto, qualsiasi squadra ha qualche punto debole e noi dovremo sfruttare i loro piccoli limiti”.

“L’essere coraggiosi non significa non avere equilibrio. Nel calcio ci sono due fasi: quando hai palla e quando non ce l’hai. Per coraggio si intende anche il non lasciare spazi in avanti quando la palla ce l’hai tu e avere il coraggio di essere aggressivi in quel momento. Dovremo essere bravi a limitare le loro caratteristiche principali, facendo una partita attenta e con equilibrio”.

su Behrami: “Questa mattina ha avuto un problemino ed è uscito dal campo. E quindi non sarà convocato. Ad ogni modo non avrebbe giocato uguale ma non stava bene”.

sulle prossime partite: “Per me conta la partita di domani. Poi penseremo al resto”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI