Udinese, diramato il comunicato dopo l’incontro con la Svizzera sul caso Behrami

Condividi la notizia sui social

Nella giornata di ieri si è svolto l’incontro tra l’Udinese Calcio e l’Associazione Svizzera di Football (ASF) per discutere la situazione di Valon Behrami, giocatore bianconero. Le parti, dopo un proficuo incontro, hanno chiarito la questione: da un lato la federazione svizzera, che ha ammesso “le sue colpe” per aver convocato il giocatore non rispettando i tempi imposti dalle norme della FIFA; dall’altro invece la società dei Pozzo, ha appreso con piacere il comportamento dell’ASF, che ha sì convocato Behrami nonostante il suo infortunio muscolare, ma soltanto per permettergli di stare accanto ai suoi compagni in un momento delicato come quello dei play-off per accedere al mondiale.

Queste le parole di Franco Collavino, direttore generale del club friulano: “Siamo soddisfatti dell’intesa raggiunta con l’Associazione Svizzera di Football  che pone fine in maniera amichevole a un diverbio giuridico fra le due parti”; Claudio Sulser invece, delegato della Svizzera, ha dichiarato: “È nostra cura mantenere buoni rapporti con le società in cui militano i nostri calciatori. Siamo contenti di aver chiarito e risolto questo malinteso con l’Udinese e auspichiamo buone future collaborazioni”.

 

Le parti, una volta chiarita la questione, si sono quindi riappacificate, tanto che l’Udinese ha deciso di annullare il ricorso fatto alla Fifa.

Guarda Anche...

CONDIVIDI