Ternana, il Patron Bandecchi sul closing: “Felice per il processo di acquisizione, il nostro vero percorso inizia da ora”

bandecchi_stefano
Condividi la notizia sui social

Settimana importante questa in casa Ternana. Nella giornata di ieri, infatti, con l’inaugurazione anche della nuova sede, è stato ufficializzato il cosiddetto “closing”, ovvero il passaggio dell’intero pacchetto azionario della società rossoverde dalla famiglia Longarini alla realtà Unicusano. E proprio il fondatore dell’Università Niccolò Cusano, nonché patron della Ternana, Stefano Bandecchi ha espresso la propria soddisfazione attraverso il sito ufficiale del club:

“Sono estremamente felice di aver terminato il processo di acquisizione della vecchia società sportiva Ternana Calcio e di poter oggi iniziare il vero percorso della società sportiva Unicusano Ternana o Ternana Unicusano che dir si voglia. Ringrazio di cuore la famiglia Longarini per aver dimostrato una precisione unica e singolare nel mondo imprenditoriale. Vorrei anche sottolineare l’enorme affetto che la famiglia Longarini ha dimostrato per la città e per la squadra attraverso una scelta attenta e ponderata della cessione, avvenuta tramite uno degli uomini più rappresentativi dello spirito della Ternana: l’Avv. Massimo Proietti. Nonostante mi abbia rimproverato in passato di essere troppo loquace, ha avuto la lucidità e la saggezza di approfondire il valore dell’Università Niccolò Cusano permettendoci di concludere la trattativa con la famiglia Longarini. Spero che l’Unicusano Ternana inizi questo nuovo ciclo nel modo giusto, pur temendo molto le prossime partite che possiamo considerare due “derby”. Il primo lo è per il nostro allenatore, in passato capace di sottrarre al Foggia Calcio 4 punti, il secondo è la partita delle partite: la sfida contro il Perugia. Mi auguro di vedere al Liberati un bellissimo derby in campo e una lezione di fair play sportivo da parte della nostra magnifica tifoseria e della rispettabilissima tifoseria del Perugia. Ora mi trovo realmente e totalmente a capo delle Fere e quindi mi permetto di pronunciare con gioia il mio Forza Fere!”.

Stefano Bandecchi

Guarda Anche...

CONDIVIDI