Stefano Fiore indagato per omicidio colposo: l’ex Lazio coinvolto in un incidente automobilistico

Fiore
Condividi la notizia sui social

Si sarebbe aspettato sicuramente un compleanno diverso l’ex centrocampista Stefano Fiore, che il 17 aprile ha compiuto 42 anni ed è stato, contemporaneamente, coinvolto in un grave incidente automobilistico che lo ha portato addirittura ad essere indagato addirittura per omicidio colposo.
Infatti, l’ex Lazio, che ha giocato anche nella Nazionale Italiana, è stato iscritto nel registro degli indagati, su contestazione del pm Antonio Clemente, dopo il tamponamento a catena sulla via Flaminia (all’altezza del centro Rai di Saxa Rubra), che ha causato la morte di un ragazzo di 22 anni. Il giovane viaggiava in auto con il padre ed era seduto sul lato passeggero. Il genitore è rimasto, per fortuna, illeso, ma il giovane è purtroppo deceduto. Secondo il pm, Fiore si trovava sul posto intorno alle ore 13 di quel giorno e viaggiava a velocità sostenuta con moglie e figlie in automobile. Il problema è nato quando la macchina che lo precedeva ha improvvisamente frenato. Lo spazio per evitare il tamponamento era ovviamente ridotto e  Fiore ha centrato in pieno l’auto, avviando un effetto a catena.
Nell’incidente sono state coinvolte 5 autovetture e sono stati registrati 12 feriti ed 1 morto, ossia lo stesso ragazzo 22enne, che è stato portato insieme agli altri feriti negli ospedali di Villa San Pietro e Sant’Andrea con un codice rosso, senza però, purtroppo farcela dopo un giorno di ricovero.
Il magistrato ha disposto l’autopsia del corpo del ragazzo deceduto e gli agenti della Polizia stradale hanno già effettuato i rilievi sul luogo dell’incidente, in modo tale da capire l’effettiva velocità di marcia dell’automobile guidata da Fiore. Verrà inoltre verificato se la vittima indossasse o meno le cinture di sicurezza. L’ex calciatore è entrato in stato di choc e, fino a questo momento, non è stato ancora ascoltato. Da alcuni accertamenti è stato possibile ricavare conferme sul fatto che l’atleta non fosse in stato di ebbrezza, cosa che non ha portato al ritiro della patente.
Si attendono aggiornamenti su questa tragica vicenda.

Guarda Anche...

CONDIVIDI