#SpalFiorentina 1-1, tabellino e pagelle: Paloschi illude. Viola salvati da Chiesa

Condividi la notizia sui social

Dopo la sosta per le nazionali, in cui si è assistito alla cocente eliminazione dell’Italia ad opera della Svezia, questo weekend è tornata la Serie A. Non toppano Roma e Napoli nei due anticipi di ieri, con gli azzurri che restano primi in classifica.

Ma alle 15.00 di oggi si scende nuovamente in campo, e tra i match in programma c’è Spal-Fiorentina.

SPAL (3-5-2): Gomis 6.5; Salamon 6.5 (46′ Oikonomou 4.5), Vicari 6.0, Felipe 6.5; Lazzari 6.5, Schiattarella 6.0, Viviani 5.5, Grassi 6.5 (78′ Schiavon s.v.), Mattiello 5.5; Borriello 5.0 (57′ Floccari 5.5), Paloschi 7.0. All.: Leonardo Semplici 6.0

FIORENTINA (4-2-3-1): Sportiello 6.5; Bruno Gaspar 6.5, Pezzella 5.5, Astori 6.0, Maxi Olivera 5.0 (46′ Babacar 6.5); Sanchez 5.5, Veretout 5.5; Gil Dias 5.0 (62′ Saponara 6.0), Chiesa 7.0, Benassi 6.0; Simeone 6.5. All.: Stefano Pioli 6.5

PRIMO TEMPO

Nella prima frazione di gara regna un sostanziale equilibrio tra le due squadre. Per assistere al primo lampo della partita bisogna aspettare il 33′, minuto in cui viene annullato un gol alla Fiorentina: a mandare in rete il pallone è Chiesa, ma l’arbitro nega il vantaggio ai viola per un fuorigioco. Partita che si sblocca al tramonto di questo primo tempo, precisamente al 43′: su un cross da calcio piazzato, Felipe si erge e colpisce di testa il pallone che si stampa sul palo, ma che poi viene ribadito in rete da Paloschi, bravo a fiutare il gol.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con una Fiorentina, per ovvi motivi, volta all’attacco. Gli uomini di Pioli vanno vicinissimi al gol del pareggio al 53′ ancora con Chiesa, che dopo essersi portato a spasso tutta la difesa avversaria va al tiro, che però esce a lato ma di pochissimo. La replica della SPAL arriva al 58′: Paloschi firma la doppietta personale, ma il guardalinee alza il braccio e l’arbitro annulla il gol per fuorigioco. L’attaccante ex Atalanta, scatenato quest’oggi, si ripete appena 3′ dopo con una bellissima conclusione dalla lunga distanza, che esce di pochissimo a lato. Gli sforzi viola vengono però ripagati all’81’ con la rete del pareggio a firma dell’uomo simbolo, Federico Chiesa, che riceve una palla filtrante in area da Simeone e piazza nell’angolo alla sinistra del portiere. Da segnalare, nel finale, l’espulsione di Oikonomou, che rimedia il secondo giallo per una brutta entrata su un avversario.

Marcatori: Paloschi (SPA) 43′, Chiesa (FIO) 81′
Ammoniti: Pezzella (FIO), Borriello (SPA), Benassi (FIO), Sanchez (FIO), Oikonomou (SPA), Viviani (SPA)
Espulsi: Oikonomou (SPA)
Tiri (in porta):
SPAL 7 (1) – Fiorentina 20 (5)
Possesso palla:
SPAL 29% – Fiorentina 71%
Note:
 recupero p.t. 3′; recupero s.t. 5′
Arbitro: Gianpaolo Calvarese (sez. Teramo)                                              

TOP 90 – Chiesa (FIO): fresco di rinnovo contrattuale, il figlio d’arte di casa Fiorentina si prende ancora una volta la squadra sulle spalle ed evita quella che sarebbe stata una pesantissima sconfitta. Sempre più uomo chiave.

FLOP 90 – Oikonomou (SPA): subentrato all’intervallo a Salamon, il difensore di Semplici macchia la sua prestazione con due falli brutti quanto ingenui, che gli costano entrambi il giallo. Espulsione che, in termini di risultato, avrebbe potuto penalizzare i suoi. Davvero disastroso il suo impatto sulla gara.

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Ciao a tutti. Mi chiamo Giuseppe, ho 21 anni e frequento la facoltà di Scienze Politiche. Oltre che appassionato di scrittura di articoli calcistici, sono un tifoso del Napoli sfegatato. Infine, adoro tantissimo la musica, Ed Sheeran in particolare, e suonare la chitarra!