Sorrentino esalta Dybala: “Ragazzo umile e genuino, l’ho spinto a calciare anche di destro”

Sorrentino
Condividi la notizia sui social

Il portiere del Chievo Stefano Sorrentino è tornato a parlare del suo ex compagno Paulo Dybala, che nella giornata di ieri ha compiuto 24 anni. Queste le parole dell’estremo difensore ex Palermo, che ha esaltato ai microfoni della Gazzetta dello Sport le qualità dell’argentino:

“Eravamo vicini di casa e Paulo aveva una cagnolina bianca di cui mia figlia era innamorata. Ogni volta che il cancello si apriva, la cagnolino finiva a casa mia o mia figlia a casa sua… Ho capito subito che questo ragazzo avrebbe fatto strada. E’ umile e genuino, legatissimo alla famiglia e ha sempre voglia di andare a 200 all’ora e di migliorarsi. Ci fermavamo a lungo a calciare e io lo spingevo a usare anche il destro.

Gli dicevo sempre: ‘Quando imparerai a calciare con tutti e due i piedi ti toccherà invitarmi alla cerimonia del Pallone d’Oro. Al Palermo i rigori li tirava sempre forti alla sinistra del portiere e io gli consigliai di variare. All’inizio non mi diede retta ma alla Juve ha iniziato a cambiare lato e questo mi ha fatto piacere. Dopo il secondo rigore sbagliato gli ho inviato un sms: ‘Sei sempre il più forte, fai quello che sai e riparti dalle certezze. Paulo ha una bella testa e le idee chiare, non si scoraggia”. Riporta Mediagol.it.

Guarda Anche...