Serie A, Sconcerti tuona: “quindici squadre di seconda fascia”

Intervistato dai microfoni di Tuttomercatoweb nel corso del Night Show, Mario Sconcerti, giornalista ed ex dirigente ha cercato di analizzare il momento del campionato italiano.

Ecco le sue parole: “Questo campionato sarà deciso dagli scontri diretti tra le prime cinque squadre in classifica. Icardi è sicuramente un grande centravanti ma anche Higuain, Mertens e Dzeko lo sono. L’Inter è incompleta: ha bisogno di una grande mezzala. So che Spalletti ha perplessità su Gagliardini. Pastore è un trequartista pure. Se lo prendi nessuno avrà da ridire ma serve uno alla Nainggolan. Cagliari? Hanno un bomber come Pavoletti, che da quando è tornato ha cominciato a fare gol”.

Infine, ha concluso: “Juventus? Il suo vero rischio è di deconcentrarsi contro i piccoli avversari, perché è stanca di questo. Ci sono quindici squadre di seconda fascia in A e non è scontato. Ma con avversari come il Napoli tornerà la miglior Juve, è l’avversario più adatto senza dubbio. Sampdoria? L’errore ieri è stato intrinseco. La Samp ama attaccare e il Bologna non vedeva l’ora per poter ripartire”.

 

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.