Sassuolo, Bucchi: “Domani sarà un altro scontro diretto, non credo che il Verona non sia una squadra di qualità”

Cristian-Bucchi
Condividi la notizia sui social

Domani alle ore 18 il Sasuolo è atteso in un altro scontro salvezza dopo la vittoria della scorsa settimana contro il Benevento. Questa volta la squadra di Bucchi dovrà affrontare l’Hellas Verona del mister Pecchia, attualmente a -5 rispetto ai neroverdi. Queste le dichiarazioni dell’allenatore degli emiliani in vista del delicato match di domani:

 

“Della vittoria di Bevenento porto via i tre punti, la voglia di vincere e sono convinto che certi momenti fanno da spartiacque per questo gruppo. I primi venti minuti del secondo tempo sono stati forse i migliori del campionato, non dovevamo però commettere errori e permettere al Benevento di rientrare in partita”.

“Domani sarà un altro scontro diretto” prosegue l’allenatore ” e non credo che il Verona non sia una squadra di qualità, è una squadra viva che ha messo in grande difficoltà il Bologna ed è stata punita per alcuni errori. Hanno qualità e attaccanti abili con grande velocità, noi dovremo gestire bene la palla e limitare loro fonti di gioco per imporre la nostra idea. Fino ad oggi a volte abbiamo giocato benino a volte meno, questo è un aspetto che dobbiamo migliorare, dal mometno che ho sempre detto che bisogna raggiungere risultati attraverso il gioco: questo è un momento cruciale nel quale le due cose si devono fondere. I risultati permettono di avere fiducia e serenità, siamo in una fase di passaggio.

Sulla rosa a disposizione e sull’andamento degli ultimi allenamenti: “Tutti tranne Goldaniga e Frattesi finora hanno giocato, è comunque ovvio che in alcuni momenti alcune caratteristiche dei giocatori possono prevalere su altre. A Napoli ad esempio, un po’ per infortuni o per altri motivi ho dato spazio ai giovani, mentre domenica scorsa la partita pesava molto e ho messo in campo giocatori maturi in grado di reggere la pressione. La forza di questo gruppo si è vista nell’abbraccio finale, per gruppo intendo anche magazzinieri e addetti stampa: dobbiamo voler condividere insieme un percorso e mi sento orgoglioso dopo la partita di domenica. Questa settimana è stata vissuta con il morale alto, si lavora meglio e con il sorriso sulle labbra ma questo non deve essere un freno come in altre circostanze: non deve però bastare, domani è un altro spareggio salvezza e siamo tenuti ad entrare in campo con la stessa voglia di quel gruppo che si è abbracciato domenica. Dobbiamo fare punti: è un momento di fusione tra qualità del gioco e ottenimento dei risultati. Se riusciamo a giocare bene aumentiamo la possibilità di fare punti”.

Situazione di Berardi: “Domenico tornerà a giocare ai suoi livelli, ha grandi qualità. Io non condivido le critiche nei suoi confronti, ci sono aspetti che non tutti conoscono: ad esempio altri giocatori con il suo infortunio non avrebbero recuperato. Ha vissuto un inizio di stagione molto difficile, è rientrato tardi per l’Europeo Under 21, poi è stato fermo per 20 giorni e la continuità si trova anche sbagliando. Fa parte di un processo, putroppo è stato nuovamente inforunato: va assolutamente aspettato e tutelato da tutti quelli che tengono al giocatore”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI