#SampdoriaJuventus, Marotta: “Bernardeschi eclettico, deve offrire una bella prestazione. Italia? Una sconfitta dell’intero movimento”

marotta
Condividi la notizia sui social

Giuseppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Premium Sport presentando la sfida contro la Sampdoria: “Buffon come sta? Sta benissimo, al di là del dispiacere per mercoledì, fa parte del turnover, un fatto di ordinaria gestione, una scelta di Allegri fatta nel turnover.

Bernardeschi vice Dybala? Noi siamo alla ricerca di giocatori eclettici, Bernardeschi e’ uno di questi, potrebbe anche fare altri ruoli, deve offrire una bella prestazione con un processo di crescita per essere protagonisti.

Calendario e a che livello è la Juve? Se ci riferiamo ad una percentuale siamo al 70%, soffriamo in questi mesi e poi c’è più facilità, non siamo al massimo però stiamo crescendo lentamente sia i nuovi si stanno adattando sia abbiamo recuperato infortunati speriamo di avere a disposizione l’intera rosa.

Tavecchio? Non una sconfitta delle persone ma del movimento intero, noi siamo a disposizione come altri per concertare una piattaforma, un programma per il futuro, le cose non sono andate bene nel recente passato, dobbiamo mettere al centro il pallone, il calcio, cose importanti da separare dal gioco istituzionale ed europeo della federazione.

Allegri e la nazionale? No nessuna paura, un dialogo quotidiano e la sua posizione non è di polemica, deve essere concentrato sul ruolo di allenatore, giusto dare spazio nell’assoallenatori chi ha più tempo, non è una posizione polemica e non vuole mettere benzina sul fuoco. Higuain ai mondiali? Credo di si giocherà, o meglio, andrà ai mondiali”. A riportare è TuttoJuve.com.

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall’infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese. Sogni? Diventare un rinomato scrittore, necessariamente felice.