#SampdoriaJuventus, Giampaolo: “Disputato una partita perfetta”

Giampaolo
Condividi la notizia sui social

Nel post partita del match di Serie A vinto per 3-2 contro la JuventusMarco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare la partita. Di seguito le sue parole.

Continuo a frenare e a confidare nel lavoro quotidiano. Dobbiamo ignorare tutto quello che si dice attorno a noi. Fin qui siamo stati straordinari e il risultato di oggi è la ciliegina sulla torta. Ci godiamo il momento, in maniera seria senza sbandierare nulla“.

Come si batte la Juve in 45 minuti? La Champions è un obiettivo? Io valuto la gara di oggi. Primo tempo molto ordinati, concedendo il giusto. Nel secondo tempo anche momenti di bel calcio. Alla fine sarebbe stato un peccato gravissimo farsi sfuggire questo successo. I ragazzi son ostati perfetti: abbiamo limitato le loro qualità restando corti e solo così potevamo fare. Grandi meriti alla mia squadra“.

Pensi ancora alla chance Juventus capitata nel 2009? Ci può essere ancora nel futuro? Ne ho subite tante e ne subirò ancora tante, anche per miei errori. Ho la maturità di vivere solo il presente: penso a divertirmi avendo la fortuna di allenare un gruppo di ragazzi che me lo permette. Tornare dalla Lega Pro e battere la Juve? Ho sempre ringraziato la Cremonese e l’Empoli. E ora dico grazie alla Samp, piazza importante, e ai miei giocatori“.

Sono da rimproverare i tuoi giocatori che in vantaggio 1-0 subiscono un contropiede in uno contro tre? La analizzeremo, così come i due gol subiti. Ma rischierei di essere ingeneroso verso i miei giocatori. Vogliamo migliorarci, non trovare colpevoli“.

Meglio affrontare una Juve senza Dybala? L’anno scorso Dybala ci mise in grande difficoltà. Allegri deve gestire le coppe per i tanti impegni e un giocatore, pur bravo, non fa la differenza sostanziale. Nella Juve sono tutti campioni“.

Possibile paragonare Giampaolo a Sacchi? Non scomodiamo i paragoni, lui ha fatto la storia del calcio. anzi, lo ringrazio perché dopo il derby mi ha chiamato per fare i complimenti ai ragazzi“.

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni ’90 e inizio 2000, l’amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.