Sampdoria, Giampaolo: “Un privilegio allenare i blucerchiati”

Marco Giampaolo
Condividi la notizia sui social

L’allenatore della Sampdoria Marco Giampaolo ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Tuttosport toccando e analizzando vari argomenti. Di seguito le sue parole: “La Samp, con Osti, è stata la prima a chiamarmi a due-tre giornate dalla fine: se va via Montella…

SU INTERESSE DEL MILAN – In estate ho fatto qualche viaggio di troppo. Non mi sono goduto l’estate, di solito in quel mese metto la ciabatta e me ne sto al mare. Invece ogni tre giorni prendevo l’auto. Nessun rimpianto, in estate si fanno tante chiacchiere. La Sampdoria è una bella società, squadra e tifoseria, un privilegio allenarla. Ho trovato disponibilità verso il mio lavoro“.

SU PATRIK SCHICK – “Quando è arrivato era ancora un giovane calciatore, ora ha acquisito la struttura del calciatore serio. Si vedeva che era bravo tecnicamente, pur se in imodo ludico, fine a se stesso. Ha fatto miglioramenti straordinari. Vale una big? I numeri parlano per lui, 10 gol. E buona presenza. l suo obiettivo ora è dare continuità. I giovani stranieri sono recettivi: capacità di adattamento migliore di noi italiani all’estero e un ottimo livello di attenzione, guardano e imparano“.

SU LUIS MURIEL – Quando sono arrivato me l’avevano dipinto come uno anarchico, indolente. Grandi qualità e poco spirito di sacrificio. Ora posso dire che è tutto il contrario, anche in questa fase sta lavorando per rientrare“.

SU MASSIMO FERRERO – Con Ferrero abbiamo un ottimo rapporto. All’esterno è una cosa, a tu per tu è un’altra. E’ molto intelligente, si è appassionato di calcio pur non capendone, e lo dice. Viene dal cinema, il suo vissuto gli fa capire uomini e psicologie, gli bastano 5 minuti per comoprendere l’interlocutore, è una grande qualità. Non ci confrontiamo sui contenuti tecnici, ci sono altre figure per questo. Lui parla di azienda, che deve andare avanti in un certo modo. E ha l’idea di come fare le cose per bene“.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.