Sampdoria, Giampaolo “Gara importante, dobbiamo dimostrare di essere i migliori dopo le grandi”

Marco Giampaolo

Sampdoria reduce da due sconfitte consecutive, l’ultima delle quali subita in rimonta contro il Crotone. Domani sera i blucerchiati affronteranno il Torino, guidato dal capocannoniere del campionato Andrea Belotti, allo stadio “Olimpico Grande Torino”. In vista di questo match, ha parlato oggi in conferenza stampa il mister Marco Giampaolo, che ha chiarito subito la volontà di tornare a vincere, dato anche il distacco di soli 3 punti dai granata: “Il Toro vuole vincere, la Samp vuole vincere. E’ giusto così, siamo in un periodo dove siamo quasi appaiati con i granata. Fra virgolette, ci giochiamo la possibilità di essere la migliore dopo le grandi. Questo penso sia lo stimolo più importante per fare una gara giusta”.

Rispetto alle partite precedenti, il mister ha fatto notare che gli stimoli sono differenti: “E’ chiaro che le ultime due gare le abbiamo perse e poi il tutto si riconduce a mancanza di stimoli rispetto all’avversario. Ho detto che, dopo il Crotone, non abbiamo giocato bene ma che non siamo stati particolarmente attaccati al risultato. E’ un giudicare una partita. Il Torino è una squadra forte, probabilmente alla vigilia di questo campionato era costruita per giocarsi un posto in Europa. Riconosco che ha elementi di livello, ha cambiato quella che è un po’ la storia del Toro, che la vede come squadra fisica. Invece ora la squadra palleggia e gioca con mentalità europea. Credo possa essere una bella partita a livello di contenuti”.

A seguire domande sugli ex Castan e De Silvestri alla quali il mister risponde così: “Ho parlato con Castan e gli ho detto che nelle gerarchie arrivava dopo gli altri. Poi Castan nel Toro ha giocato e ha fatto buone partite. Io lo ricordo come un professionista esemplare, attaccato al lavoro e questo l’ho riconosciuto all’epoca. Visto che Castan era venuto per giocare, è stato giusto da parte mia comunicare le cose a lui. Per quanto riguarda De Silvestri, invece, sappiamo c’era l’interesse del Torino ma anche lui è stato un professionista esemplare. Ha fatto un’altra scelta, ho avuto un ottimo rapporto con entrambi.” Infine, si guarda anche al futuro e, di fronte alle disposizioni che ridurranno lo svolgersi delle gare di domenica alle 15, Giampaolo si esprime in questi termini: “Ci si abitua a tutto purchè non si tradisca completamente l’essenza della partita di calcio. Ritengo che più si vada in là con gli anni e più le cose cambieranno. Per un tifoso è difficile perchè per lui religiosamente la partita è domenica alle 15”, riporta Tuttomercatoweb.

Guarda Anche...

CONDIVIDI