Renzo Ulivieri: “Rispetto la decisione di Tavecchio, io non mi dimetto”

Condividi la notizia sui social

Il presidente dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio, Renzo Ulivieri, ha parlato così all’uscita del consiglio federale che ha portato alle dimissioni di Carlo Tavecchio:

“Se c’è chi ha corso per appuntarsi una medaglia sul petto, è un errore. Volevamo ci fossero le Leghe di A e di B, io rispetto la scelta del Presidente Federale. Tradimenti? Non spetta a me dirlo. Ho sempre sostenuto, io con l’unanimità di tutti i miei, di aspettare le Leghe di A e B. Malagò non c’entra niente: Tavecchio, come atto politico, aveva chiesto le dimissioni del consiglio. Io non le dò le dimissioni, se si fa tutti c’è il pericolo che arrivi Malagò. Resta il presidente in carica per la gestione ordinaria, tutti i consiglieri federali. Ci poteva essere il pericolo del commissariamento”

Noi decadiamo tutti – continua Ulivieri – ma restiamo per l’ordinaria amministrazione. Se non restiamo neanche per quello, ci sarebbe la iattura dell’arrivo di qualcuno da fuori. Ieri ho sentito Allegri ed eravamo concordi di aspettare le Leghe. Poi sono state prese altre scelte, la nostra posizione di grande responsabilità era questa. Il candidato? Noi nella scorsa assemblea sostenemmo Albertini, poi c’erano candidati espressione delle componenti tecniche. Tommasi? Questo periodo ha aperto un solco con l’AIC. Io non ho mai risposto alle dichiarazioni fatte per senso di rispetto ma qualcosa si è rotto. Dovremo vedere e valutare”

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Tifosissimo del Milan! Oltre al calcio, appassionato di Formula 1, Basket, Tennis e Ciclismo. Uno dei redattori all’interno di Fanta90. Gestisce la rubrica dedicata al calcio spagnolo: LaLiga Futbòl.