Parla Conte: “Io vicino all’Inter? Preferisco non parlare della Serie A”

Antonio Conte
Condividi la notizia sui social

Conte intervistato sulle voci che lo vedevano in nerazzurro alla vigilia della sfida contro l’Inter di domani: “Stanno facendo molto bene, ma preferisco non parlare della Serie A, voglio pensare solo al campionato inglese”.

Domani al ‘National Stadium’ di Singapore, si affronteranno il Chelsea, di Antonio Conte, e l’Inter di Luciano Spalletti, nell’ultima gara valevole per l’International Champions Cup 2017.

Il tecnico dei Blues è stato intervistato, in questa giornata di vigilia, anche sulle voci che lo vedevano vicino alla panchina nerazzurra.

Qual è la sua idea sulla nuova Inter di Spalletti?
“Stanno facendo molto bene, si vede già un’identità di squadra. Tutto questo crea fiducia per il futuro dell’Inter”.

 Dopo la vittoria del titolo 2016-2017, il Chelsea è da considerare come la favorita per la nuova stagione?
“Abbiamo vinto il titolo l’anno scorso, questo è sicuro (sorride, ndi). Per quanto riguarda il prossimo, sapete benissimo quello che è accaduto in Premier League negli ultimi due anni: dopo il Chelsea ha vinto il Leicester. Per questo motivo dobbiamo prestare massima attenzione”.

 Negli ultimi mesi si è parlato tantissimo del suo futuro e delle voci che accostavano il suo nome proprio all’Inter: come mai ha deciso di rimanere e di rinnovare il contratto?
“Non credo ci sia da far chiarezza su questo argomento. C’erano altri due anni di contratto con il Chelsea, pertanto ho deciso di continuare perché era giusto così. Ho un lavoro da portare a termine con questa società”.

Gli italiani che lavorano o hanno lavorato in Premier League parlano sempre con grande entusiasmo di questo torneo: vale anche per lei?
“Parliamo di un torneo molto difficile e molto duro. Il livello è altissimo, ci sono sei squadre che lottano per il titolo. Rispetto agli altri campionati, qui è molto difficile vincere anche contro le squadre di medio-bassa classifica”.

A suo dire, in Italia la Juventus resta l’assoluta favorita?
“Preferisco non parlare della Serie A, voglio pensare solo al campionato inglese”.

C’è fiducia in ottica Champions League?
“Dovremo concentrarci molto sull’Europa. Ci torniamo dopo l’assenza della scorsa stagione, c’è molta strada da fare”.

Cosa pensa del mercato del Milan, che è riuscito ad acquistare il ‘suo’ Bonucci?
“Come ho detto prima, preferirei parlare solo del campionato inglese. Per me è la cosa più importante, non l’Italia”.

Capitolo Nazionale: è fiducioso sulla sfida tra Spagna e Italia di settembre?
“Certo, bisogna essere fiduciosi. Abbiamo dimostrato agli Europei di poter battere la Spagna, senza dimenticare il pareggio di Udine. Lì avremmo meritato la vittoria. Ritengo ci siano tutte le possibilità di vincere, dobbiamo giocarcela senza paura avendo fiducia nei nostri mezzi. Giochiamocela, senza cercare alibi”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI