Palermo, Zamparini: “Io sono tranquillo, incontreró Cascio”

Zamparini
Condividi la notizia sui social

Intervenuto ai microfoni di LiveSicilia il Presidente rosanero ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sul Palermo e sull’intervento della guardia di finanza che si è svolto nei giorni scorsi: “Non era una perquisizione, sono venuti a chiedere alla mia amministratrice dei documenti che avevano già preso nei file su transazioni e finanziamenti che per semplicità hanno richiesto anche in copia cartacea. Ho accolto tutto ciò con compiacimento, perché così possono vedere che non c’è nessun reato. Sono tranquillo, devono stare tranquilli anche quelli che hanno messo in piedi questo cinema.

All’estero non sono abituati a sentire certe cose, il Palermo però è tranquillissimo e chiuderà il bilancio con 10 milioni d’attivo. Presto avrò un incontro con Cascio e abbiamo incaricato uno degli studi legali più importanti di Milano di seguire la vicenda.

Credo che lui sia il presidente designato nel nuovo CdA, ma se la trattativa dovesse rallentare cercherò un nuovo presidente, magari palermitano. Tifosi? La protesta dei tifosi è la cosa più brutta, mi dispiace. Dopo 15 anni e tanti milioni regalati al Palermo non mi aspettavo questo trattamento. Mi dispiace che se la prendano con la squadra, due giocatori non sono venuti solo per quello che è successo”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI