#NapoliShakthar, il tecnico Fonseca: “Ci siamo anche noi”

Champions League

Il Napoli è pronto a sfida lo Shakthar con l’obiettivo di conquistare i tre punti per continuare a lottare per il passaggio del turno.

La squadra ucraina, infatti, ha a disposizione due risultati su tre per archiviare definitivamente la questione “gironi”.

Su tale sfida si è espresso il tecnico della squadra avversaria Paulo Fonseca, attraverso i microfoni de La Gazzetta Dello Sport“Dopo il sorteggio tutti pensavano che Manchester City e Napoli avrebbero dominato”.

Successivamente, ha analizzato la sfida: ” Tanti campioni e due top in panchina, Guardiola è uno dei migliori al mondo, Sarri il migliore tra gli italiani. Io però ero convinto che potessimo giocarcela. Anche noi abbiamo qualità e siamo organizzati, e difatti abbiamo vinto tre gare su quattro. Contro il Napoli? Durissima, ma possiamo ancora sorprendere. Condivido gli elogi di Guardiola. Dal punto di vista del gioco il Napoli è la miglior squadra italiana e una delle migliori in Europa. Sta facendo un gran lavoro. Per fortuna Koulibaly è squalificato: uno dei migliori centrali d’Europa. Al momento però nel Napoli fanno la differenza Mertens e Insigne, creano per loro e per gli altri”.

Sulla qualificazione: “Credetemi, non conosco nessuno che non voglia vincere una partita. La Champions non è un gioco, il prestigio di vincere una gara in questa competizione è qualcosa di molto serio, un’ambizione per chiunque”.

Infine. sul futuro in Italia: “Perché no? Avete una delle migliori leghe in Europa, ottimi giocatori, gente che ama il calcio. Magari succederà, ora però il mio cuoreècon lo Shakhtar. E penso al Napoli”.

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.