#NapoliShakhtar, Sarri: “Dobbiamo superare il turno, ma il destino non è nelle nostre mani. Shakhtar squadra forte”

sarrisimeone
Condividi la notizia sui social

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha parlato così in conferenza stampa al termine del match Napoli-Shakhtar, match vinto dagli azzurri per 3-0: “C’è il turno da superare, purtroppo non è in mano nostra nonostante la vittoria. Possiamo andare a Rotterdam e vincere, ma poi bisogna aspettare. Lo Shakhtar è forte, con palleggio, fino a quando non gli abbiamo sporcato il palleggio sul nascere abbiamo avuto difficoltà. Ma loro sono forti.

Sulla difesa: “Buona prova, anche sugli esterni perchè sono pericolosi nell’uno contro uno. Bene anche i centrali, straordinario Vlad tranne una chiusura”.

Cosa hai detto alla squadra tra primo e secondo tempo? “Qualche aggiustamento tattico, i loro centrocampisti venivano bassi e Mertens non doveva uscire su di loro, ma piccole cose. Ho detto alla squadra che serviva maggiore intensità e ritmo, quello degli ultimi 5′ del primo tempo che loro stavano soffrendo. I centrocampisti sono cresciuti, Diawara è cresciuto e se inizia a giocare Marek sono guai per tutti. Bravi anche i tre entrati, con la testa giusta”.

Cosa c’è da imparare da questa doppia sfida e cosa avete sbagliato? “Lo Shakhtar è forte, all’andata aveva qualcosa in più fisicamente, loro sono nel finale di stagione mentre noi stiamo crescendo e abbiamo risposto alle loro accelerazioni che ti possono mettere in difficoltà. Il City con loro raddoppiò al 93′, non fece una passeggiata, i 4 davanti sono forti, quelli dietro sono nazionali, se non sei al 100% con questi qui perdi”.

Prima dell’ultima la farai una telefonata a Guardiola? “Non credo, Guardiola per mentalità è uno che gioca comunque ed il City farà una gara di livello. Vedendo come sta in campo la mentalità gliel’ha attaccata”.

Insigne ormai è un giocatore di livello internazionale. Zielinski a sinistra sembra incidere di più. “Alcuni giocatori come Lorenzo non partecipano alla rotazione, questo è un fuoriclasse. Zielinski sì a sinistra, ma stava facendo l’attaccante esterno e poco prima aveva sbagliato un gol clamoroso, ha qualità incredibili. Stasera se permetti mi soffermo su Maggio, fuori per tanto tempo, ma si fa trovare pronto mentalmente e fisicamente è un giocatore ed un uomo di valore”. A riportare la conferenza di Sarri è Tuttomercatoweb.

 

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall’infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese. Sogni? Diventare un rinomato scrittore, necessariamente felice.