Napoli, Mutu: “Con lo Shakthar squadra aggressiva e con il baricentro alto. Insigne? Gravissimo non averlo fatto giocare contro la Svezia”

Condividi la notizia sui social

Adrian Mutu, ex attaccante di Juventus e Fiorentina e attuale direttore tecnico della nazionale rumena, ha parlato ai microfoni di Radio Crc del match di ieri sera tra Napoli e Shakthar Donetsk, al quale era presente al San Paolo.

Queste le sue parole: “Ho visto un Napoli diverso nei due tempi di gioco, anche perché nel primo gli avversari si sono chiusi bene perché forse volevano il pareggio. Il Napoli ha insistito con le palle sopra la difesa, una strategia che appartiene al gioco di Sarri. Insigne? E’ stato gravissimo non farlo giocare con la Svezia. Ieri eravamo al San Paolo per seguire da vicino Chiriches, un paio di sere fa eravamo a Roma per seguire Radu nel derby. Lui si sta trovando benissimo a Napoli, si allena sempre con professionalità, me lo hanno detto anche Sarri e Giuntoli.La mia impressione è che il Napoli voglia trattenerlo, lui deve solo risolvere questo problemino alla spalla che ha accusato anche ieri. L’unico suo limite può essere nell’eccesso di confidenza. Con il mister ho parlato molto volentieri, lui è un maestro della tattica. A gennaio approfitterò della pausa del campionato per seguire da vicino i suoi allenamenti. A parte la gran giocata di Insigne, la squadra è sempre stata aggressiva e col baricentro alto. Anche Contra ha parlato con Sarri, anche se adotta un modulo di gioco diverso”.

Riporta TuttoNapoli.net.

Guarda Anche...

CONDIVIDI