Napoli, Koulibaly: “Soluzioni contro i cori razzisti? Sospendere la partita funziona”

kalidou koulibaly
Condividi la notizia sui social

Il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly è intervenuto ai microfoni di TV Luna direttamente da Milano, dove prenderà parte all’evento contro il razzismo che si terrà all’Istituto Agnesi. Di seguito le sue parole.

In qualche parte dell’Italia abbiamo più discriminazione, non solo razziale ma anche di paese, da quale parte dell’Italia vieni, come per i napoletani.

Cori contro i napoletani? Si, entriamo nel termine razziale, danno fastidio a tutti, sono napoletano di vita e mi dispiace molto. Spero che tra poco si possa eliminare, e che siamo tutti uguali sul piano mondiale. Bisogna trattare il problema all’inizio, e solo una parte dello stadio e non è mai tutto. Spero che mano mano si possa trovare la soluzione.

Sospendere le partite? Si, può essere una soluzione, ci dispiace per tutti gli spettatori ma funziona, lo abbiamo visto contro la Lazio, Irrati fu molto coraggioso e dopo non ho sentito più niente. Mi ha permesso di continuare la partita, è un gesto che non dimenticherò mai. Non c’è nessuna differenza, la pelle, l’obesità, non c’è nessuna differenza tra di noi, anche nel Napoli siamo tutti di nazionalità diverse ma siamo una famiglia.

Venerdì parleremo solo di azzurri, speriamo bene. Sarà una grande festa e speriamo bene per tutti i nostri tifosi che lo meritano. Dobbiamo fare una grande partita per i nostri tifosi, ormai parlano solo di questo. Dal fischio finale del match contro l’Udinese si parla solo di questo, lavoriamo con il mister“.

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni ’90 e inizio 2000, l’amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.