Milan, Storari: “Crotone? E’ un campo difficile. Su Donnarumma…”

Storari
Condividi la notizia sui social
 A parlare a Milan TV è stato il secondo portiere del Milan, Marco Storari. Queste le sue parole riportate da pianetamilan.it:

Sull’ambiente: “Mi trovo bene, si parla tanto di Magni quando si parla di Donnarumma, perché ovviamente quando hai un portiere giovane che fa così bene c’è ovviamente il merito dietro le quinte del preparatore”.

 La parata di Donnarumma su Maccarone: “Mi sono un po’ meravigliato, sono quelle le grandi parate. Un grande portiere è tale quando fa parate eccezionali, ultimamente ne vedo fare tante a Gigio e quindi penso sia un grande portiere”.

Sui tifosi: “Fa molto piacere il buon rapporto. Quando hai una curva o il tifo che sta con te è normale che faccia piacere se non giochi mai o poco. Noi cerchiamo di fare il possibile per farci trovare pronti, anche se non è facile dietro a Gigio. È una gratificazione che arriva dalla curva”.

Sull’ambiente di Crotone: “Non mi ricordavo del rigore parato con il Cagliari con il Crotone… È un campo molto difficile, sarà una battaglia. Il campo è piccolino e si affacciano da un ospedale per vedere la partita. Sarà un campo con un tifo molto caldo, come sempre al Sud. Ci fa piacere, la stiamo preparando bene come tutte le altre gare, ma sappiamo che troveremo una bolgia. Dovremo fare attenzione, con le antenne dritte. Non possiamo sbagliare”.

Sul calendario: “Ci sono cinque partite, da giocare alla morte perché sono punti fondamentali per l’Europa League. Il Crotone è in salute. Anche domenica abbiamo avuto tante occasioni per ribaltare il risultato, ma non sempre le cose vanno bene. Andremo in campo con lo spirito di ogni partita da un po’ di tempo a questa parte. Speriamo di centrare i tre punti”.

Sui giovani: “Ne ho trovati tanti, ne parlavo anche con Locatelli ieri: sono contento perché ho trovato giovani giudiziosi, che non hanno grilli per la testa e che si allenano facendo bene. Questa per me è la strada fondamentale per fare un grande Milan. Il Milan forte si farà con questi giovani qui e con altri che prenderanno, è la strada giusta. Mi sento un po’ vecchio, ma faccio di tutto per mantenermi giovane… Scherzi a parte, penso che così possa tornare un grande Milan”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.