Milan, Fassone: “Gattuso? Non è un traghettatore”

Fassone

Presente al Gran Galà del Calcio, Marco Fassone, amministratore delegato del Milan, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di TV8 su alcuni temi d’attualità in casa rossonera, su tutti l’esonero di Montella. Di seguito le sue parole.

Sull’esonero di Montella – “Abbiamo ritenuto che l’esonero di Montella fosse la scelta giusta da fare, con Mirabelli che ha più competenze di me sulla parte tecnica“.

Su Gattuso – “Gattuso non è un traghettatore, è la miglior soluzione possibile in questo momento secondo chi si occupa delle cose tecniche. Rino lo ha accettato con entusiasmo e umiltà, ha un’occasione straordinaria per la sua carriera; poi a marzo, aprile, maggio decideremo con calma. Tutto è tranquillo, non ci sono traghettatori“.

Sui motivi della scelta – “Avevo valutato questa ipotesi qualche settimana fa, di sicuro a inizio stagione non pensavo si arrivasse a questo. Mirabelli fa le sue valutazioni con me e con il presidente, poi la scelta definitiva è arrivata nella nottata e stamattina abbiamo scambiato le impressioni con la proprietà“.

Sul caso preparatore atletico – “Secondo me non è stato decisivo, anzi. Non mi era mai capitato che un allenatore prendesse una decisione del genere, è raro vedere una scelta simile. Montella è stato maturo a fare quella scelta viste le divergenze col preparatore atletico, in quel momento non avvertivo altri segnali“.

Sugli errori – “Siamo riconoscenti a Vincenzo, è stato collaborativo e aziendale, ha fatto il possibile. Qualcosa non è funzionato, gli errori sono stati fatti da parte di tutti; credo ora sia più importante prendere una decisione piuttosto che continuare a non prenderla solo sperando che le cose migliorino“.

Sul mercato di gennaio – “Non ho mai ravvisato la necessità di correggere questa rosa, né io né Mirabelli. Siamo convinti di aver allestito una buona rosa, al momento la media punti non va bene ma siamo convinti che con Gattuso saliremo e torneremo dove pensavamo di poter stare“.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.