Milan, Berlusconi: “I cinesi hanno sempre rispettato gli impegni”

Silvio Berlusconi

Sono giorni di fuoco per la dirigenza del Milan, che oltre alla sconfitta a Napoli deve fronteggiare le critiche arrivate da importanti testate estere, New York Times e Marca su tutte, sul reale patrimonio del presidente Yonghong Li.

A difendere al nuova proprietà ci ha pensati Silvio Berlusconi ai microfoni di Repubblica. Queste le sue parole: Per cedere il Milan, Fininvest si è affidata ad advisor, studi legali e banche di livello internazionale. Gli acquirenti cinesi hanno sempre rispettato puntualmente gli impegni presi e un fondo importante come Elliott ha ritenuto di poter garantire loro un prestito rilevantissimo”.

L’ex patron rossonero ha poi detto la sua su un possibile approdo di Ancelotti sulla panchina della nazionale: “E’ un tecnico talmente bravo e al quale voglio così bene, che lo considero adatto a qualsiasi compito. Per il calcio italiano non c’è una ricetta magica. Occorre un lungo e paziente lavoro per ricostruire, partendo dai vivai, dalla valorizzazione dei giovani. L’Italia non può permettersi di rimanere a lungo ai margini del grande calcio. Una nazionale vincente sarebbe un formidabile veicolo di promozione del made in italy, del turismo, della moda, del sistema Italia nel suo complesso”.

CONDIVIDI