MARIO TRAMO – Champions, la vittoria della Juve è un aiuto per tutti! Paratici e Marotta, il progetto giovani sia da esempio!

Chiellini e Bonucci
Condividi la notizia sui social

La netta vittoria della Juventus nel doppio confronto Champions contro il Barcellona certifica non solo la grande forza degli uomini di Massimiliano Allegri, la bravura del tecnico livornese nel leggere le gare ad eliminazione diretta, ma anche la rinascita negli ultimi anni del calcio italiano.

Negli ultimi 3 anni la Juventus si è dimostrata una corazzata, una squadra solidissima, ma sopratutto una società coniugata perfettamente con un restyling fatto per acquistare grandi campioni, (si veda gli investimenti in estate per Gonzalo Higuain e Miralem Pjanic), ma sopratutto con una dirigenza sempre in prima fila per acquistare i principali giovani talenti del nostro paese. Osservando il campionato di Serie B ed anche in alcune squadre della nostra Serie A, tantissimi giovani fanno parte del mondo Juve e oltre 100 tesserati potrebbero dire di esser parte degli investimenti degli Agnelli e partecipi nelle vittorie bianconere.

Fabio Paratici e Giuseppe Marotta, due dirigenti spesso lasciati nel dimenticatoio, ma in realtà i principali protagonisti di questa rinascita: in pochi anni i bianconeri sono passati dalla Serie B ad essere una delle prime 5 potenze europee. Oltre a realizzare un calciomercato da top club, prelevando i maggiori talenti della Serie A e spesso indebolendo i principali avversari in campionato (modello Bayern), la dirigenza bianconera ha prelevato diversi giovani talenti italiani che certificano, ancora una volta, la bontà delle nostre giovanili.

Il miracolo Atalanta è stato subito messo nel mirino dalla dirigenza bianconera, che ha acquistato, il difensore Mattia Caldara. Autore di 6 reti in questo campionato, il calciatore è l’autentica rivelazione stagionale ed è stato acquistato in netto anticipo rispetto alle rivali per circa 20 milioni di euro. Nella formazione orobica un altro calciatore di proprietà Juventus è Leonardo Spinazzola, terzino nato nelle giovanili bianconere e reinventato in questo ruolo dal genio di Giampiero Gasperini. Questi sono solo due degli esempi di una squadra, che, non solo tenta di conquistare l’Europa, ma in contemporanea prova a progettare il suo futuro. E’ da questo modello che devono prendere esempio le nuove proprietà cinesi delle squadre di Milano o anche Roma e Napoli, degne avversarie in questi ultimi anni di dominio incontrastato.

 

Ma, è da questo modello, che deve sopratutto basarsi la Nazionale di Giampiero Ventura, che il prossimo 3 Settembre sarà protagonista di uno scontro decisivo per la qualificazione ai Mondiali con la Spagna. L’esempio bianconero, protagonista di una clamorosa quanto netta vittoria contro il Barcellona, deve essere fonte di ispirazione per l’ex tecnico di Bari e Torino, che con l’ossatura difensiva della Juventus ed il giusto mix tra giovani talenti e campioni di esperienza, può portare nuovamente in alto la Nazionale quattro volte campione del Mondo.

 

A cura di Mario Tramo

 

 

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Il mio sogno più grande è diventare un giornalista sportivo, appassionato di bel calcio ed interessato ad altri sport come tennis, basket e nuoto. Non dico la squadra del mio cuore, sta a voi indovinarla... :=)