MARCO RAZZINI – Cristiano Ronaldo, sogno o son desto? Pro e contro della “battuta” di Fassone

Marco Razzini
Condividi la notizia sui social

Notizia più clamorosa non poteva esserci. Ovviamente mi sto riferendo all’accostamento MilanCristiano Ronaldo. Qualcosa di vero o semplice bomba acchiappa visite? Non è dato saperlo. Però mi sembra utile analizzare tale situazione, basandosi su quanto sappiamo. Alcuni media hanno parlato di una semplice “battuta” fatta da Marco Fassone a Jorge Mendes durante il blitz sardo. Altri, invece, hanno approfondito, alludendo a qualcosa di più di un semplice pourparler. Penso sia chiaro, ma è meglio specificare: al momento non esiste nessuna trattativa tra il Milan e Ronaldo e tra il Milan e il Real Madrid. E forse anche per questo, che rimane tutt’ora fantamercato, è più facile e alla mano trattare questo argomento.

Dopo la comparsa di questa notizia, la rete è letteralmente esplosa, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Questo semplicemente perché una figura come quella di Cristiano Ronaldo è in grado di muovere intere masse per qualsiasi cosa. E proprio per questo non può assolutamente essere una trattativa come tutte le altre. Dunque analizziamo, sinteticamente, alcuni pro e alcuni contro.

Perché Cristiano Ronaldo conviene al Milan

Il principale motivo a favore di una eventuale trattativa è senza dubbio la forza del giocatore. Quando si parla di calcio oggigiorno uno dei temi più discussi è chi sia più forte tra Ronaldo e Messi. Resta comunque il fatto che il Milan prenderebbe uno dei giocatori più forti di sempre. E questo avrebbe un fortissimo impatto psicologico anche sul resto della squadra, spinta a dare il massimo dalla presenza di un giocatore di altissima caratura.

Se da una parte c’è un pro prettamente tecnico/tattico, dall’altra parte ce n’è uno riguardante l’ambito economico, che però ha una più ampia sfera. La prima cosa che salta alla mente di tutti è il merchandising che, con un acquisto del genere, esploderebbe totalmente, specialmente in Asia (dove il Milan sta aumentando la presenza) ma anche in Europa e nelle Americhe. Oltre a ciò, porterebbe importantissimi introiti e grandi aumenti a numerose voci di bilancio.

Perché Cristiano Ronaldo non conviene al Milan

I motivi principali per cui Cristiano Ronaldo non converrebbe al Milan sono esattamente gli opposti di quelli a favore. Prima di tutto, sì Cr7 stravolgerebbe totalmente il Milan, rendendolo un candidato principale sia per lo scudetto sia, eventualmente, per l’Europa League. Tuttavia, la carta d’identità segna 32 anni. Dunque diventa difficile ipotizzare che Ronaldo mantenga questo pazzesco livello di prestazioni ancora per molti anni a venire.

Se da una parte c’è una grandissima impennata degli introiti, dall’altra c’è un’altrettanta grandissima spesa. Le cifre diffuse negli ultimi giorni, per quanto ipotizzate e tutt’altro che confermate, parlano chiaro: al Real Madrid almeno 150/160 milioni di euro, mentre al giocatore si parte da una base di 20 milioni annui per 4/5 anni. Nonostante si genererebbero introiti straordinari, non è del tutto certo che essi riusciranno a coprire l’intera spesa effettuata.

Nulla è impossibile, certo. Però, per come è la situazione oggi e vista la complessità del tutto, questa trattativa di fantamercato dista davvero pochissimo dall’impossibile. È vero che negli ultimi anni, specialmente nel recente periodo, il calcio ci ha fatto vedere cose fuori da ogni immaginazione (in quanti avrebbero immaginato la querelle Neymar-PSG?), però, a mio parere, Cristiano Ronaldo non vestirà la maglia del Milan, almeno non in questa stagione. E se alla fine avrò torto, sarò anche soddisfatto, perché vorrà dire che la Serie A potrà tornare a essere una dei top campionati europei e mondiali.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.