#JuventusGenoa, finisce 4-0: i bianconeri formato triplete asfaltano il Genoa allo Stadium – Ecco tabellino e pagelle

Leonardo Bonucci

TORINO – Alle ore 20.45 si è giocata, questa sera, Juventus – Genoa, posticipo domenicale della 33° giornata di Serie A. La Juventus di Allegri con una eventuale vittoria, stasera, potrebbe mettere in cassaforte uno scudetto che sente suo già da tempo. Il Genoa, invece, non ha nulla da perdere.

MunozLA CRONACA, PRIMO TEMPO – La Vecchia Signora parte subito in quinta e trova il vantaggio già al minuto 17′ quando Higuain si reinventa assist man, palla per Marchisio, deviazione decisiva di Munoz ed 1 – 0 Juventus: l’ex Palermo e Sampdoria la mette, ma nella porta sbagliata. Passa poco più di un minuto quando Paulo Dybala trafigge Lamanna con un mancino imparabile: allo Stadium, al minuto 18, il tabellone luminoso segna Juventus 2 – Genoa 0. Ma non è finita qui: dopo un blando tentativo di Simeone, sventato magistralmente da Bonucci, la Juve torna a percuotere la retroguardia genoana. Mancano 5 minuti a fine primo tempo quando Mario Mandzukic sigla il goal del 3-0 in maniera magistrale: l’ex Bayern e Atletico, infatti, raccoglie il suo stesso pallone respinto da un difensore rossoblu e con un piatto destro a giro la mette dove Lamanna non può arrivare.

DybalaLA CRONACA, SECONO TEMPO – Nel secondo tempo la Juventus non molla nulla, il più esplosivo di tutti – però – è Leonardo Bonucci: l’ex Bari, infatti, prima, al minuto 53, si vede annullato un goal per fallo in attacco, poi, al 64, insacca la palla in rete con un missile da fuori area che non lascia scampo a Lamanna. Adesso la Juventus conduce per 4-0. La Manita è pronta per essere servita, ma ad evitare il risultato tennistico ci pensano i legni: al 70′ prima Marchisio colpisce la traversa, poi sulla ribattuta Higuain prende il palo. 7 minuti dopo è ancora il palo ad evitare il 5-0, stavolta respingendo il mancino velenoso di Asamoah. Allo Stadium, al triplice fischio finale, è la Juventus a conquistare i tre punti, piegando il Genoa per 4-0.

JUVENTUS – GENOA 4-0 (3-0)

mario mandzukic juventus qdwvfqkifywozhywsuqy

JUVENTUS (3-4-1-2): Neto 6; Barzagli 6, Bonucci 7.5, Benatia 6; Lichtsteiner 6.5, Khedira 7 (Rincon 6 al 69′), Marchisio 6.5 (Mandragora s.v. all’86’), Asamoah 6.5; Dybala 7.5; Mandzukic 8 (Sturaro s.v. all’82’), Higuain 7. All. Allegri

GENOA (3-4-3): Lamanna 5; Muñoz 4, Burdisso 4.5 (Biraschi 5.5 al 67′), Gentiletti 4.5; Lazovic 5 (Hiljemark s.v. all’87’), Cataldi 5.5, Veloso 6, Laxalt 5 (Beghetto 5.5 al 48′); Ntcham 5, Simeone 5, Palladino 5. All. Juric

MARCATORI: aut. Munoz 17′, Dybala 180, Mandzukic 40′, Bonucci 64′ (JUV)

AMMONITI: Burdisso 34′ (GEN)

ESPULSI:

POSSESSO PALLA (%): 58 (JUV) – 42 (GEN)

NOTE: 3 min. di rec. ST

TOP90: Mandzukic. Il gladiatore della Juventus è ovunque: difesa, centrocampo e attacco: che si improvvisi portiere? Battute a parte, il man of the match va a lui, non tanto per demeriti altrui, ma per la bellezza del suo goal.

FLOP90: Munoz. La difesa del Genoa è tutta bocciata, ma è lui a prendersi il titolo di peggiore in campo: apre le danze dei goal, ma per la squadra sbagliata.

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.