#JuventusBarcellona, parla Jordi Alba: Buffon? Il miglior portiere della storia: gli chiederò la maglia. Ma la Champions la vinciamo noi…”

Condividi la notizia sui social

In vista della sfida tra la Juventus ed il Barcellona, il terzino dei catalani Jordi Alba ha analizzato il momento dell propria squadra e tale sfida.

Ecco le sue parole, secondo quanto riportato da Tuttosport: “Senza Neymar abbiamo cambiato modo di giocare. Non c’è più un attaccante che parte largo a sinistra come Neymar e così adesso la fascia me la faccio tutta io. Sono tornato protagonista. Lo scorso anno, dopo la sconfitta per 4-0 contro il Psg, lo staff decise di passare alla difesa a tre e io da quel momento giocai molto meno. Sto molto bene. Di chilometri ne ho sempre corsi molti, ma noi giocatori viviamo anche di sensazioni e quelle attuali sono molto buone. Segreti? La nuova dieta mi sta dando benefici. Ho rinunciato alle bevande gassate come coca cola e fanta. E ho eliminato i fast food”.

JUVENTUS“La partita di campionato non l’abbiamo vista, ci siamo limitati a qualche video. Una sconfitta può capitare a tutti, la loro è una squadra molto forte, lo scorso anno è arrivata in finale di Champions e ha tifosi molto esigenti. Sono la Juventus, conta quello. Buffon in lacrime? Ci sono rimasto molto male. E’ il miglior portiere della storia, è un peccato che Buffon e l’Italia non siano al Mondiale. Noi nel girone di qualificazione ci siamo dimostrati superiori agli azzurri, però dispiace che loro non ci saranno. Detto questo, la Juventus non ne risentirà: Buffon e gli altri sono campioni abituati a cambiare chip quando passano dalla Nazionale al club. Allo Stadium mi piacerebbe scambiare la maglia con Gigi, la vorrei aggiungere alla mia grandissima collezione, dove c’è già quella di Dybala dell’ultima stagione. Ricompensato con la Champions? Ammiro Gigi, ma in questo caso penso a me e quindi spero che la Coppa la vinca il Barcellona. Pari? Siamo il Barcellona, non firmiamo mai per il pari. Veniamo a Torino per vincere. Un gol a Buffon, come nella finale dell’Europeo, non sarebbe male”.

Infine, su Messi: “Fenomeno in campo e persona normale nello spogliatoio. Un altro del livello di Leo non esisterà mai, mi sento fortunatissimo a giocare con lui. Fuori dal campo è tutto tranne che un divo, è un ragazzo semplice, non ha atteggiamenti da star. E scherza come tutti noi”.

 

Guarda Anche...