Juventus, senti Pastorello: “La Premier tenta Bonucci e Alex Sandro. Lemar? È da Juve”

Leonardo Bonucci
Condividi la notizia sui social

Il noto agente Federico Pastorello, che cura gli interessi, tra gli altri, di Evra, Pasalic, Nagatomo, Meret, Asamaoh, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Tuttosport, commentando alcune voci di mercato in chiave Juventus. Di seguito le sue parole.

DYBALA – Il recente rinnovo di Dybala è la conferma che vuole restare alla Juventus. In caso contrario non avrebbe firmato. Non mi ha sorpreso nemmeno la Juve: gli hanno dato tanti soldi perchè sanno che i campioni vanno pagati. Il valore di Dybala ha già superato 100 milioni, ma lo vedo ancora a Torino. Mi sembra una situazione diversa da quella di Pogba“.

SU MERET – Meret lo vogliono tutte le big, ma di sicuro i precedenti della Juve con Pogba e Dybala intrigano il ragazzo. La Juve ha vinto con lo zoccolo duro dei “vecchietti”, ma anche puntando su i talenti. Il suo futuro? Facciamogli finire il campionato con la Spal, poi credo che l’Udinese vorrà tenerlo un anno in Serie A. Ma sono solo ipotesi, nel calcio è bene non escludere nulla“.

DUE COLPI DAL MONACO – Un giocatore su cui scommetterei del Monaco? Bakayoko! E’ fortissimo, un mix di qualità e strapotere fisico. La Juve segue Bernardo Silva e Lemar? Sono due giocatori diversi, ma grandi talenti. Lemar mi sembra quello più adatto per il gioco della Juventus, lo vedrei benissimo nel 4-2-3-1 di Allegri“.

LA PREMIER SU BONUCCI E ALEX SANDRO – A parte Dybala io mi aspetto offerte importanti dall’Inghilterra per Alex Sandro. Offerte da almeno 50-60 milioni. Poi sicuramente ci saranno nuovi tentativi per Bonucci. Io spero che rimanga alla Juve, ormai la BBC è un pezzo di storia dell’Italia“.

DA EVRA AD ASAMOAH – Patrice sapeva che la Juve avrebbe lottato fino in fondo, ma ha fatto una scelta personale. Voleva sentirsi leader in campo e non solo nello spogliatoio. Ma tifa Juve e non è escluso che dalla Juve prenda appunti per il suo futuro da allenatore. Asamoah? E’ felice perchè sta meglio e gioca. Non escludo che si possa rinnovare“.

MBAPPE’ – Il Monaco comunque è un club ricco, non ha necessità di vendere. Non possono permettersi di smantellare ogni anno, perchè vogliono garantirsi sempre un posto in Champions. A Mbappè suggerirei di restare un altro anno. C’è differenza fra giocare dove sei esploso e andare al Real o al Chelsea e a 18 anni giocare con il peso di 120 milioni sulle spalle. Perchè sicuramente vale quella cifra“.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.