Juventus, Allegri: “Higuain? Sono fiducioso. Lite? Speravo si fossero picchiati”

Allegri
Condividi la notizia sui social

In vista del big match di domani contro il NapoliMassimiliano Allegri, allenatore della Juventus, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida. Tanti i temi affrontati, di seguito le sue parole.

Sulla situazione infortunati –Lichtsteiner sta fuori. Cuadrado si è allenato con Bernardeschi, dovrebbero esserci. Higuain si è allenato, potrebbe essere a disposizione. Sono fiducioso“.

Sul Napoli – “Stanno facendo qualcosa di straordinario. Abbiamo lasciato a casa qualche punto. Con l’Olympiacos è la prima gara decisiva per il passaggio del turno in Champions“.

Ancora sul Napoli – “Ci sarà lo stadio pieno, di grande spettacolo. Dovremo affrontarla da grande squadra. Loro sono i favoriti per lo scudetto. Domani sarà un passaggio importante ma non definitivo“.

Ancora su Higuain – “Si parla di convocazione. Inutile rischiare un giocatore, valuteremo come sta la sua mano“.

Firmerebbe per lo 0-0? “No firmerei. Domani abbiamo la possibilità di fare una grande partita. Abbiamo due risultati dalla nostra. Il pareggio sarebbe un risultato comunque positivo. Mi aspetto una buona prestazione dal punto di vista tecnico, tattico e fisico. Chi meno sbaglierà avrà più probabilità di vincere“.

Le dà fastidio più che il Napoli abbia la miglior difesa o la patente del bel gioco? Conta solo chi arriva prima. Giocano un buon calcio, la forza di Sarri è sempre stata la fase difensiva. La miglior difesa di solito vince sempre“.

Difesa a tre, chi è il più adatto a giocare in mezzo? “Howedes ha più piede, più qualità. Barzagli può giocare anche lui, all’inizio faceva il mediano, meno male l’hanno spostato… Domani a tre? Devo ancora decidere“.

Partita fisica, spazio a Matuidi? Gli unici sani sono Dybala, Mandzukic e Douglas Costa. Devo valutare nel corso della giornata“.

Lei con Sarri, visioni opposte di calcio? “La sua forza è sempre stata la difesa. Nessuno ne parla, si pensa sempre all’attacco e alla grande tecnica. I piccoletti del Napoli hanno caratteristiche diverse dalle nostre“.

Voci lite spogliatoio? “Speravo si fossero picchiati, perché è giusto alzare la tensione ogni tanto. Speriamo che succeda presto…“.

Ancora sul Napoli – “Merita la posizione che occupa. La Roma dà segni di grande solidità, e ha una partita in meno. Senza dimenticare l’Inter. Ci daremo battaglia fino alla fine del campionato. Servirà la corsa per rimanere attaccato al gruppo“.

Insigne è il più pericoloso? “Ce ne sono molti, compreso Insigne. Bisognerà limitarli e contrastarli. Purtroppo non si possono togliere giocatori. Inisigne è cresciuto molto a sinistra, Hamsik e Mertens creano pericoli grossi“.

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni ’90 e inizio 2000, l’amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.