Juventus, Allegri: “Dobbiamo arrivare a marzo attaccati alle prime”

Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match vinto ai danni del Crotone, queste le domande a cui ha risposto il tecnico toscano: “Stasera era importante vincere, rimanere attaccati perché davanti stanno viaggiando moltissimo e soprattutto non prendere gol, che è una cosa che ti aiuta ad avere fiducia. Ora abbiamo delle partite molto importanti sia in Champions che in Serie A. Dobbiamo restare attaccati perché il campionato si deciderà da marzo in poi. Stasera mancavano dei giocatori. Higuain ha preso un colpo alla mano, domattina ne saremo di più. Ci sono dei giocatori che sono più affaticati e più stanchi, quindi per mettere dentro altri giocatori serve cambiare”.

De Sciglio al primo gol, è un giocatore che ha lanciato lei. “Non gli ho detto niente. Mattia è un giocatore che si è perso per qualche anno, deve tirare fuori quello che ha dentro”.

Dybala? “È un ragazzo di 23-24 anni, ogni anno è sempre più difficile perché gli avversari ti prendono le misure. Bisogna avere la lucidità per fare le cose semplici in totale serenità. Sono momenti, come è successo ad altri giocatori. Deve stare sereno perché sono momenti che passano a 24 anni”.

Ci può essere una formazione con i tre attaccanti? “Ne abbiamo sopportati anche quattro, avevamo un giocatore più difensivo dietro. Nel primo tempo abbiamo avuto delle difficoltà, nel secondo tempo Marchisio ha fatto la mezzala e abbiamo allargato i centrocampisti portando più palle su Mandzukic. Basta che non si diano le capocciate e possono giocare”.

Il Napoli? “Dobbiamo essere bravi soprattutto nella fase di palleggio, lì dobbiamo migliorare parecchio. Le grandi sfide si decidono sugli episodi, servirà grande attenzione ed essere bravi a sfruttare le occasioni. Vediamo se recupera Chiellini, devo ancora decidere. Deciderò sicuramente giovedì. Contro il Napoli sono sempre partite bloccate, poi magari venerdì non succederà. L’obiettivo nostro è quello di arrivare a marzo attaccati alle prime, perché Inter e Roma anche fin qui sono state straordinarie. Se continua così la quota scudetto sarà a 96-97”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI