Italia, Thern: “Insigne? All’andata un vantaggio non averlo di fronte, ma stasera giocherà”

Insigne

A poche ore dall’attesissima sfida tra Italia Svezia, valida per il ritorno dei play-off di qualificazione ai prossimi Mondiali in Russia, sono tantissime le ipotesi di formazione in merito agli azzurri.

In un San Siro che si preannuncia infuocato, gli uomini di Giampiero Ventura, tra i principali indiziati nella sconfitta di tre giorni fa, dovranno ribaltare l’1-0 incassato in terra svedese per evitare un’amarissima esclusione.

Tra le tante critiche mosse al commissario tecnico quella di non aver concesso il minutaggio giusto a Lorenzo Insigne, attualmente uno dei migliori calciatori del panorama calcistico italiano. C’è chi, però, sostiene che l’esterno napoletano sia stato preservato apposta per questa sera. E’ questo il parere di Jonas Thern, ex calciatore di Roma e Napoli e attualmente osservatore della nazionale svedese, che in un’intervista a Il Mattino ha dichiarato: “Conosco il valore di questo ragazzo, non a caso gioca nel Napoli che seguo tantissimo per ovvi motivi. Il suo talento è fuori discussione, ma sono l’ultima persona che può esprimersi sulla questione: Ventura avrà avuto le sue ragioni per non farlo scendere in campo. Per noi è stato un vantaggio non averlo di fronte, inutile nasconderlo. Anche se non ci illudiamo, al ritorno sarà diverso. Certe scelte vengono fatte nell’ottica complessiva delle due gare: probabilmente Ventura, ritenendo più decisiva la seconda sfida, ha voluto risparmiare Insigne e qualcun altro per poi inserirli titolari stasera”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it