Italia, la carica di Gigi Riva: “Niente scherzi, al Mondiale ci andiamo noi”

FIGC Italia logo
Condividi la notizia sui social

A poche ora dalla sfida contro la Svezia Gigi Riva rilascia un’intervista alla Gazzetta dello Sport in cui afferma di avere fiducia nella qualificazione. L’ex glorioso attaccante del Cagliari ricorda anche la doppietta proprio alla Svezia nel 1972.

“Giocavamo di pomeriggio, c’era un gran pubblico e io segnai quasi subito di sinistro, raccogliendo un cross da destra di Mazzola. Poi alla fine del primo tempo raddoppiò il mio amico Boninsegna di testa e nella ripresa, su un altro cross da destra, di Rivera però, feci il terzo gol ancora di sinistro a pochi minuti dalla fin. Rigurdare i miei gol su youtube? Mi dà fastidio rivederli, perché penso a quei tempi e capisco che il tempo passa in fretta. Tanto li ricordo quasi tutti”.

“Non voglio nemmeno pensare all’eliminazione. In fondo gli svedesi sono bravi, ma non sono fenomeni e quindi niente scherzi, al Mondiale ci andiamo noi. Servono cuore e coraggio, ma soprattutto gambe perché il calcio degli svedesi è sempre stato atletico. Erede? Non posso dare giudizi precisi, perché soffro troppo a vedere le partite, sia del Cagliari, sia della Nazionale, le squadre della mia vita. E allora, siccome non le vedo, prima mi faccio dire il risultato e poi, se è andata bene, guardo i gol con calma nelle sintesi televisive. E sottolineo i gol perché stavolta ne voglio vedere almeno due dell’Italia. Non importa chi li segna, l’importante è andare in Russia. E allora forza ragazzi, sono lontano ma è come se fossi lì con voi”, riporta Gianlcucadimarzio.com.

Guarda Anche...

CONDIVIDI

15/10/99 Amante del calcio, amo raccontare questo sport in tutti i modi possibili. Fin da piccolo nutro grande passione per il giornalismo sportivo e la telecronaca, oltre per la scrittura.