Italia, Claudio Ranieri tuona: “Non accetterei a scatola chiusa”

Claudio Ranieri

La nazionale italiana è alla continua ricerca di un commissario tecnico pronto a ripartire dopo l’esonero di Gian Piero Ventura e la mancata qualificazione ai mondiali del 2018.

In lizza vi è anche l’ex allenatore della Roma Claudio Ranieri che, ai microfoni di Rai Sport, non ha escluso tale possibilità, precisando però di non accettare senza aver visionato un progetto.

Ecco le sue parole: “Quindici giorni fa, quando mi avete contattato, mai avrei pensato avrei parlato di tutt’altro che dell’eliminazione dell’Italia ai Mondiali. Nessuno comunque mi ha chiamato, nessun cellulare ha squillato,ma per me la cosa importante è affrontare tutte le questioni sul tavolo, l’allenatore è l’ultima delle preoccupazioni”.

SERVE IL SI’ DEL NANTES: “Io in questo momento sono l’allenatore del Nantes, essere chiamato dalla Nazionale è sempre qualcosa di particolare, c’è dell’orgoglio, ma bisognerebbe parlare con il mio club, non tanto con me”.

NON A SCATOLA CHIUSA: “In ogni caso dovrei vedere i programmi, dovrei vedere molte cose. Non si può accettare così, a scatola chiusa. Prima si dovranno stabilire bene i compiti di ognuno. C’è stata un’apocalisse, ma dalle ceneri si può costruire, ma ci vuole una mentalità comune”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.