Fiorentina, Cognigni: “Errori tanto evidenti da sembrare persino strano che un team arbitrale possa commetterli”

Cognigni

Il presidente esecutivo della Fiorentina Mario Cognigni, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni alla Gazzetta dello Sport, sull’arbitraggio della partita contro l’Empoli che ha condizionato l’esito finale:

Ci prendiamo tutte le responsabilità tecnico-tattiche per la sconfitta di sabato. Contro l’Empoli, con tutto il rispetto per i nostri avversari, la Fiorentina doveva vincere. Non è la prima volta che soffriamo contro squadre che si chiudono. In diverse partite abbiamo risolto la gara nei minuti finali, stavolta il gol lo abbiamo subito. Ma resta un sapore amaro per il come è arrivato. Le nostre reti al 90’ sono state tutte regolari, il rigore dell’Empoli invece lascia qualche perplessità. La stampa è stata unanime nel definire l’arbitraggio del derby disastroso. Errori tanto evidenti da sembrare persino strano che un team arbitrale possa commetterli. È un triste refrain che siamo stanchi di vivere. Da anni, ogni volta che la Fiorentina arriva nel rush finale a lottare per un traguardo c’è sempre qualche episodio clamoroso che ci frena. E di questo siamo stufi. Alcuni arbitri con noi sono particolarmente sfortunati. Abbiamo sempre reagito in maniera corretta, ma la compostezza non rende meno gravi errori che ci penalizzano. Il rigore negato alla Fiorentina, il rigore assurdo fischiato contro, l’espulsione di Kalinic che ci priva del nostro centravanti in un momento cruciale. Francamente è troppo. Vogliamo essere noi artefici del nostro futuro. Non altri. Non sto dicendo che c’è un complotto. Non voglio pensarlo. Ma non si può sempre tacere. Con toni pacati ma fermi invitiamo a guardare le statistiche e a buttare un occhio sugli anni passati. Troverete conferma a quello che sto dicendo”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI