#EvertonAtalanta 1-5: Bergamaschi a valanga sui Toffees, vittoria fantastica al Goodison Park nel segno di Cristante

cristante
Condividi la notizia sui social

Alle ore 21.05 si è disputata, allo stadio Goodison Park di Liverpool, il match Everton-Atalanta, valido per la fase a giorni dell’edizione 2017-18 dell’Europa League.

L’incontro si è rivelato la massima espressione del gioco imposto dal tecnico Gian Piero Gasperini, capace di far vincere i bergamaschi contro una squadra così blasonata come l’Everton in un palcoscenico importante come il Goodison Park e con un risultato incredibile, che palesa il divario tecnico tra le due squadra e che è caratterizzato da un vantaggio di 4 reti di scarto (risultato finale: 5-1 per la Dea).

Nei primi minuti di gioco, la squadra a giocare meglio è stata quella di casa, con alcune occasioni da gol generate con tiri da fuori area e azioni ben elaborate. Il primo gol del match è poi arrivato al 12′ ed è stato degli ospiti, andati in vantaggio con Cristante. L’azione del gol è partita dai piedi di Castagne, protagonista di uno sprint sulla destra terminato con un passaggio al centro per servire proprio l’ex Milan, che è stato bravo a concludere con freddezza verso la porta di Robles per segnare e portare il risultato sullo 0-1. Dopo il gol del vantaggio dei bergamaschi, la partita si stanzia su un netto equilibrio tra le due squadre in campo, con l’Everton che cerca disperatamente il pareggio e con l’Atalanta che si difende, ma che non si fa mancare alcune ripartenze per provare a raddoppiare il vantaggio.

Dopo esser tornati negli spogliatoi sul risultato di 0-1, i 22 calciatori impiegati nella disputa si ripresentano in campo in occasione della seconda frazione di gioco e, dopo pochi minuti di gioco, gli 11 titolari di mister Unsowrth si trovano a fronteggiare una pericolosa minaccia, poi sventata. Stiamo parlando del rigore assegnato dal direttore di gara a favore dell’Atalanta al 50′, conseguenza del fallo commesso da Williams ai danni di Cristante. Dagli 11 metri si presenta il capitano, il Papu Gomez, che però si fa ipnotizzare da Robles e sbaglia il rigore, calciando male e permettendo all’estremo difensore avversario di neutralizzare il tentativo. Tutto ciò, però, non demoralizza l’Atalanta, che, nonostante l’infortunio di Masiello (sostituito da Caldara) al 60′, continua a spingere e trova, al 63′, il gol del 2-0, firmato sempre da Cristante. Il calciatore atalantino è riuscito a trafiggere Robles per la seconda volta nella stessa sera con un colpo di nuca su cross di Gomez da calcio d’angolo, battuto verso il primo palo. Pochi minuti dopo, l’Everton riesce a riaprire, almeno momentaneamente, il match segnando il gol dell’1-2 con Sandro Ramirez, attaccante spagnolo in grado di controllare un pallone servitogli da Mirallas dalla destra e di tirarlo in diagonale verso la porta
di Berisha, che nulla può in questa occasione. Il clamoroso inizia però circa un quarto d’ora dopo, quando gli atalantini decidono di “affondare” definitivamente la flotta inglese con un tris di gol micidiale. La prima rete è stata segnata all’ 86′ dal neo entrato Gosens, autore di un gol spettacolare. Il centrocampista è stato infatti capace di depositare la sfera in rete con un fantastico tiro al volo da fuori area, che non è altro che un concentrato di potenza e precisione sul quale è impossibile intervenire. Nel giro di 6 minuti arrivano poi i gol dell’1-4 e dell’1-5, segnati entrambi da Cornelius. L’attaccante danese, anch’egli appena entrato in campo, segna prima battendo Robles in un duello 1vs1 e poi staccando di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Serata magica, dunque, dell’Atalanta, che vince di misura su degli avversari importanti, e forse anche favoriti, e mette in cassaforte la qualificazione ai sedicesimi di finale della competizione con un turno d’anticipo.

Ecco il tabellino e le pagelle del match:

EVERTON (4-3-3): Robles 5.5; Kenny 5 (69′ Feeney 4.5), Martina 5; Keane 5; Williams 4; Davies 5.5, Baningime 6, Klaassen 5.5 (62′ Vlasic 5.5); Mirallas 6 (79′ Calvert-Lewin S.V.), Rooney 5, Sandro Ramirez 5.5. A disposizione: Pickford, Feeney, Gueye, Besic, Vlasic, Lookman, Calvert-Lewin. Allenatore: David Unsworth

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Toloi 7, Palomino 6, Masiello 6.5 (62′ Caldara 6); Hateboer 6.5 (60′ Gosens 7), de Roon 6.5, Freuler 6.5, Castagne 7; Cristante 8 (82′ Cornelius 7); Petagna 6.5, Gomez 6.5. A disposizione: Gollini, Gosens, Caldara, Kurtc, Ilicic, Mancini, Cornelius. Allenatore: Gian Piero Gasperini

ARBITRO: Jakob Kehlet (Danimarca)

MARCATORI: 12′ e 63′ Cristante, 71′ Sandro, 86′ Gosens, 88′ e 94′ Cornelius.

AMMONITI: 43′ Williams, 67′ Martina, 76′ Davies, 93′ Calvert-Lewin (Everton); 57′ Palomino (Atalanta).

ESPULSI: –

NOTE: Rigore sbagliato da Gomez al 50′; Possesso Palla: 49% – 51%; Tiri: 9 – 22; Punizioni: 5 – 15; Angoli: 4 – 10; Fuorigioco: 1 – 0; Falli: 15 – 5; Recupero: 3 minuti primo tempo, 3 minuti secondo tempo

TOP 90ESIMO:
Everton:
Kevin Mirallas – 6: L’attaccante è il più attivo ed efficiente dei suoi, che non riescono a fraseggiare e che presentano palesi difficoltà soprattutto in fase difensiva. Il belga si muove molto, cerca di farsi vedere con inserimenti e per costruire azioni potenzialmente pericolose, ma raramente viene servito. E’ proprio lui a servire l’assist preciso a Sandro per il gol del momentaneo 1-2.

Atalanta:
Bryan Cristante – 8: La prestazione del centrocampista neroazzurro è stata incredibile. Oltre alla fantastica doppietta messa a segno, l’ex Milan è stato capace di offrire tanta quantità e qualità, sacrificandosi in diverse zone del campo e rendendosi utile in entrambe le fasi. Ennesima prestazione di livello per un giovane che, con la maglia atalantina, sembra aver trovato la sua dimensione.

FLOP 90ESIMO:
Everton:
Ashley Williams – 4: L’anello debole di una difesa di scarsa qualità, quale è stata quella di questa sera dei Toffees. Ingenuo in occasione del fallo commesso su Cristante al 50′, che ha portato al rigore tirato da Gomez e parato da Robles, il gallese è distratto e non riesce a giocare ai livelli ai quali ci ha abituati, disputando una prestazione deludente e di scarsa qualità. Ci si aspettava sicuramente di più da un calciatore come lui, che è invece si è rivelato come il flop assoluto della serata.

Atalanta: –

Guarda Anche...

CONDIVIDI