Crotone, Nicola: “Dura reggere 90 minuti, ma queste gare aiutano a crescere”

Serie A
Condividi la notizia sui social

Davide Nicola, tecnico del Crotone, ha parlato a Premium Sport al termine del match contro la Juventus, da cui i rossoblù ne sono usciti sconfitti con il risultato di 3-0: “Le partite durano due tempi e giocare con questa attenzione per novanta minuti non è mai facile. Abbiamo sempre affrontato la Juve in modo diverso, ma oggi non siamo ripartiti con lucidità ma siamo orgogliosi perché abbiamo fatto il massimo. Gare come queste servono per capire che serve lottare sempre con grande organizzazione”.

Queste le altre domande poste al tecnico della compagine calabrese:

Perché ha scelto Tonev e non Trotta con Budimir? Per l’Udinese alla prossima? “No, per noi tutte le gare sono importanti. Oggi avevo bisogno di un lavoro particolare e Tonev poteva essere utile per attaccare gli spazi, ha fatto la partita che mi aspettavo”.

La Juve è più forte del Napoli? “Sono due grandissime squadre, ma il Napoli non l’abbiamo ancora affrontato. Vedremo”.

Salvarsi quest’anno sarà più semplice? “No, per una realtà come la nostra si riparte sempre da zero e l’obiettivo è sempre difficile. Operiamo con scelte gratificanti che, però, necessitano di tempo per svilupparsi. Siamo contenti di aver fatto già punti importanti”.

Se il Crotone si salva fa il Tour de France? “Beh quello che è accaduto l’ho già accantonato, ora vogliamo ripeterci con grande entusiasmo”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI