Cairo: “Il calcio italiano va rifondato velocemente”

Urbano Cairo
“Il calcio va rifondato velocemente”, Urbano Ciro, presidente del Torino e di Rcs  una volta terminata la presentazione al Teatro Regio del “Corriere Torino “, ha parlato della crisi che il nostro calcio sta vivendo in questi tempi: “Il calcio va rifondato velocemente. Non si può dare la colpa solo al c.t. o solo a Tavecchio”.
Quando gli viene chiesto come si deve muovere la FIGC dopo le dimissioni di Tavecchio, il numero uno granata risponde in questo modo: “Oggi fare previsioni è difficile, intanto vediamo come andrà l’appuntamento in Lega Calcio… Se riusciremo a eleggere i nostri organi di governo. Da lì tutto conseguirà. Tavecchio ha dato le dimissioni, credo ci siano 90 giorni di tempo per convocare l’assemblea. Vedremo come evolveranno le cose”.
Questo invece il commento sul prossimo match di campionato contro il Milan per Premium Sport: “A San Siro sarà una partita impegnativa, contro una squadra temibile che probabilmente non ha raccolto finora quello che avrebbe voluto, ma è una squadra da rispettare moltissimo. Noi comunque abbiamo già fatto una grande partita contro l’Inter, altra grande squadra, e potevamo anche fare più del pari. Domenica sarà un grande incontro, mi aspetto un Toro garibaldino come contro i nerazzurri: non abbiamo mai vinto a Milano col Milan, è l’unica squadra in questi 12 anni di presidenza che non abbiamo battuto”.
Sulla prossima sessione di mercato, che inizierà a gennaio, e sul Gallo Belotti: “Ha avuto un infortunio, poi c’è stata la delusione della Nazionale, è un ragazzo sensibile, ha voglia di tornare ad essere il Belotti che conosciamo, e mi aspetto cose buone da lui. Non so se farà gol domenica o la prossima, ma lo vedo voglioso di fare bene. Se vale ancora 100 milioni? Credo che li valga, ovviamente non per quanto visto finora in questo campionato. Il vero valore lo vedremo a fine stagione”,

Guarda Anche...

CONDIVIDI