#CagliariInter, Spalletti: “Vittoria sofferta ma cercata, Candreva? I ragazzi hanno fiducia in lui”

Spalletti
Condividi la notizia sui social

Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, ha parlato a lungo ai microfoni di Premium Sport al termine della partita contro il Cagliari vinta per 1-3, ecco le sue parole: “Secondo me l’Inter ha giocato una gara da squadra forte, siamo partiti con delle difficoltà, all’inizio Icardi ha preso quella botta e per 5 minuti non riusciva a correre libero. All’inizio abbiamo sofferto questa determinazione loro nei duelli perché si buttavano nel fuoco sulle palle vaganti, c’è stato bisogno di un pochettino di tempo, il Cagliari ha fatto un inizio importante ma noi abbiamo sofferto da grande squadra”

Cosa si deve migliorare? “Siamo andati dritti con il vestito che pensavamo fosse corretto per questa squadra, alcune volte bisogna correggere qualcosa che ti fa perdere quella distanza tra i reparti, nel secondo tempo abbiamo corretto questa cosa ed è andata meglio”. 

Cosa ha detto alla squadra dopo il difficile inizio? “Volevo cambiare il modo di stare in campo, loro avevano preso questo vantaggio, ci siamo messi a specchio e ne abbiamo tratto beneficio poi però non si riconoscono quegli aspetti che ci danno vantaggio nel palleggio, poi siamo tornati a quattro e siamo tornati a giocare come sempre”.

Candreva protagonista dopo le critiche? “Lui come tutta la squadra. Candreva deve ascoltare noi, dentro la squadra nessuno lo ha criticato, i ragazzi hanno grande fiducia in lui che ha corsa, qualità, ci ha dato due occasioni per segnare un’altra volta facendosi da solo 70 metri, è un giocatore che a noi ci interessa parecchio”.

La differenza tra il Candreva dell’Inter e quello della nazionale? “Non trovo differenza da quello che è stato il suo modo di giocare, i meccanismi di squadra sono più facili perché ti alleni tutta la settimana insieme, la differenza è quanto tempo ti alleni con il reparto e quanto invece devi andare a scoprire il nuovo con la nazionale in una settimana”. 

Le azioni pericolose sono arrivate tutte in maniera simile, l’avevate preparata così? “Abbiamo questa varianza di far girare palla a tre o a quattro, ma abbiamo sempre difeso a quattro. Stasera nella costruzione a tre abbiamo avuto difficoltà perché loro ci hanno creato problemi, nel secondo tempo a quattro è andata meglio nella costruzione, poi abbiamo cambiato qualcosa ma molto è dipeso dall’inizio da quando Mauro ha preso quella pedata e non riusciva a pressare”. 

Handanovic, Icardi o Candreva: a chi offrirebbe il caffè stasera?“Pagherò la cena a tutta la squadra, il caffè lo pago a voi”. 

#SenzaTregua è diventato un hashtag utilizzatissimo? “Usando questi mezzi per far arrivare i messaggi a tutti diventa tutto più facile. #SenzaTregua perché noi siamo in una classifica di grande qualità ma se fallisci un turno, ti ritrovi fuori: ecco senza tregua”

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Ama il calcio in ogni sua forma, che sia su erba, in spiaggia, in un palazzetto, a 5, a 11 o anche quello “da divano” su FIFA.