#BeneventoSassuolo 1-2: Peluso beffa i sanniti sul finale e regala la vittoria al Sasol. Ennesima sconfitta per i campani

Alle ore 15 si è giocata, allo Stadio Ciro Vigorito di Benevento, il match Benevento-Sassuolo, valido per la 13esima giornata del campionato di Serie A TIM 2017-18.

L’incontro si è rivelato molto interessante ed equilibrato, caratterizzato da un finale incredibile che ha portato alla svolta di un risultato che è rimasto lungamente in bilico.

La partita inizia con un Sassuolo intenzionato a concentrarsi sul possesso palla per cercare di entrare nell’area di rigore avversaria con la costruzione di elaborate manovre offensive, bloccate però sul nascere dal pressing altissimo del Benevento. La prima vera e propria occasione del match arriva tra i piedi di Armenteros, servito al centro dell’area di rigore da un cross di Ciciretti. L’attaccante beneventano è bravo a farsi trovare libero nei pressi della porta avversaria, ma è meno bravo a concludere in rete, facendosi parare il tiro da Consigli. Dopo questa prima occasione, le due squadre iniziano a scambiarsi offensive in modo ripetuto e quasi in egual quantità, rendendo il match molto equilibrato e abbastanza divertente. Ci sono scambi veloci tra i 22 calciatori presenti in campo, che non riescono però ad allestire e concludere nessuna manovra degna di menzione. L’unica occasione da gol da ricordare è quella sprecata da Chibsah a pochi minuti dal termine del primo tempo, con il ghanese che, dopo un pallone rubato da Armenteros a Magnanelli, viene servito da D’Alessandro al centro, spedendo però la palla a lato con un tiraccio.

Nei primi minuti della seconda frazione di gioco, invece, abbiamo visto un Sassuolo completamente diverso rispetto a quello degli ultimi minuti del primo tempo, con i neroverdi rigenerati dopo l’intervallo e capaci di schiacciare i padroni di casa nella propria area di rigore, costringendoli a difendere. Proprio grazie a questa grande intensità messa in campo, gli uomini di Bucchi riescono a portarsi in vantaggio al 58′ grazie ad un gol firmato da Alessandro Matri. L’ex Juventus sfrutta al meglio il regalo fatto da Brignoli, che serve involontariamente Missiroli all’interno dell’area di rigore e permette dunque al centrocampista di appoggiare alla punta romagnola e siglare il gol dell’1-0. Poco dopo arriva la reazione dei beneventani, in grado di capire che era arrivato il momento di svegliarsi e di agguantare il pareggio dopo poco meno di 10 minuti dal gol dello svantaggio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, arrivato dopo la smanacciata di Consigli su tiro di Chibsah, i giallorossi riescono a depositare la palla in rete con Armenteros, bravo a deviare il tiro mal calibrato di Ciciretti, che era posizionato sul secondo palo. Pochi minuti dopo, però, si verificherà un episodio rivelatosi poi determinante per gli sviluppi del risultato, ovvero l’espulsione di Letizia. Il terzino del Benevento, già ammonito precedentemente, è stato protagonista di una trattenuta ingenua ed inutile ai danni di Ragusa, beccandosi dunque il secondo giallo e la conseguente espulsione da parte del direttore di gara. Forte della superiorità numerica, il Sassuolo inizia a fare la partita e costringe i padroni di casa a giocare in difesa per proteggere quello che sarebbe stato il primo punto del campionato, permettendogli di affacciarsi in attacco solo sporadicamente. Arrivati al 90esimo, però, ecco che la partita si infiamma e volge a favore degli ospiti, che proprio nei minuti finali trovano il vantaggio in modo alquanto rocambolesco. Infatti, al 91′ viene fischiato un rigore a favore degli emiliani a causa del tocco di mano in area di Costa. Dagli 11 metri si presenta il neo entrato Berardi, che però tira male e stampa il pallone sulla traversa sprecando un’incredibile occasione. A riportate la squadra in vantaggio ci pensa però Peluso, che 2 minuti dopo segna il gol valevole per il risultato finale di 2-1. La marcatura arriva dal calcio d’angolo battuto dallo stesso Berardi, che trova in modo perfetto Peluso in area di rigore, posizionato davanti alla porta e bravo a mettere a segno il tap-in decisivo.

Ennesima sconfitta, dunque, per il Benevento, che va vicino al primo punto stagionale ma viene beffato, sul finale, da un Sassuolo capace di esprimere in diversi momenti la sua superiorità nonostante le varie occasioni sprecate.

Ecco il tabellino e le pagelle del match:

BENEVENTO (4-3-3): Brignoli 4; Letizia 4, Antei 5.5, Costa 5, Di Chiara 5.5; Viola 6, Cataldi 5.5, Chibsah 5.5 (68′ Venuti 5.5); Ciciretti 6.5 (90′ Lazaar S.V.), Armenteros 6.5, D’Alessandro 6 (60′ Parigini 6). A disposizione: Belec, Coda, Del Pinto, Djimsiti, Gravillon, Lazaar, Lombardi, Memushaj, Parigini, Puscas, Venuti. Allenatore: Roberto De Zerbi

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6; Gazzola 5,5, Acerbi 6, Cannavaro 6, Peluso 6.5; Biondini 5.5 (61′ Sensi 6), Magnanelli 5.5 (91′ Falcinelli S,V,), Missiroli 6; Politano 6.5, Matri 6, Ragusa 6 (72′ Berardi 5). A disposizione: Adjapong, Berardi, Cassata, Falcinelli, Goldaniga, Lirola, Marson, Mazzitelli, Rogerio, Pegolo, Scamacca, Sensi. Allenatore: Cristian Bucchi

ARBITRO: Paolo Mazzoleni di Bergamo

MARCATORI: 57′ Matri, 65′ Armenteros, 94′ Peluso.

AMMONITI: 25′ Letizia, 43′ Costa, 66′ Armenteros (Benevento); 30′ Magnanelli (Sassuolo)

ESPULSI: 67′ Letizia (doppia ammonizione)

NOTE: Rigore sbagliato da Berardi al 92′. Possesso Palla: 50% – 50%; Tiri: 13 – 15; Punizioni: 10 – 26; Angoli: 6 – 5; Fuorigioco: 4 – 0; Falli: 26 – 11; Recupero: 1 minuto primo tempo, 4 minuti secondo tempo.

TOP 90ESIMO:
Benevento:
Samuel Armenteros – 6.5: La punta dei sanniti non è solo l’autore del gol valevole per il momentaneo 1-1, ma è anche protagonista di una prestazione di qualità. Lo svedese è molto attivo sul fronte d’attacco, mette in difficoltà la difesa  avversaria e cerca sempre di contribuire al meglio per la costruzione di manovre offensive che però spesso, non per colpa sua, vengono sprecate. 

Sassuolo:
Matteo Politano – 6.5: Sicuramente il più attivo degli uomini di Bucchi, anche quando le due squadre sembravano orientate verso un sviluppo di gioco più lento. L’ex Roma e Pescara mette in campo tutta la sua velocità, cercando di rendersi utile con interessanti incursioni sulla fascia per servire Matri al centro.

FLOP 90ESIMO:
Benevento:
Alberto Brignoli – 4: A pari merito con Letizia, è proprio l’estremo difensore dei sanniti il calciatore meno efficiente in campo, protagonista di errori ed ingenuità che, allo stesso modo dell’espulsione del terzino, condizioneranno la partita. Non è molto attento quando c’è da esserlo, ovvero quando il Sasol attaccava, e si rende protagonista di un brutto errore regalando il pallone con un tocco involontario a Missiroli in occasione del gol dell’1-0.

Sassuolo:
Domenico Berardi – 5: Dopo un’esclusione dagli 11 titolari del tutto inaspettata, l’ala dei neroverdi scende in campo in occasione dei minuti finali per migliorare il potenziale offensivo dei suoi, ma non riesce a dare l’apporto necessario. Dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo, sbaglia il rigore fischiato dal signor Tagliavento che poteva valere per il 2-1, risultato che poi gli emiliani riescono comunque a raggiungere con il gol di Peluso. Si rifà proprio con un assist in occasione del gol vittoria, ma nel complessivo ci si sarebbe aspettati di più.

CONDIVIDI