#AtalantaBologna 3-2 – I bergamaschi volano al 4° posto avendo la meglio sui felsinei in partita per 90 minuti

Mattia Caldara
Condividi la notizia sui social

L’Atalanta si porta al quarto posto dopo una partita tiratissima, che li vede sconfiggere un Bologna mai domo per 3-2. Conti la sblocca subito, Freuler raddoppia, poi Destro e Di Francesco ristabiliscono la parità, prima del gol partita di Caldara che fa esplodere l'”Atleti azzurri d’Italia”.

Dopo 3 minuti i padroni di casa sono già in vantaggio: Gomez lancia Conti con uno splendido pallone in diagonale che mette fuori causa la difesa, l’esterno batte Da Costa per l’1-0 fulmineo. All’11’ si sfiora il raddoppio, con Toloi che effettua un cross dalla destra, Spinazzola manca di poco il pallone in scivolata, a tu per tu col portiere. Al 14′ il 2-0: Gomez parte palla al piede sino al limite, dove serve in profondità Petagna, che mette in mezzo per Freuler che batte Da Costa. Due minuti più tardi i felsinei accorciano con Destro, che riceve un tiro-cross di Di Francesco e mette dentro in scivolata davanti a Berisha. Al 25′ Spinazzola scappa via sulla fascia e mette un pallone in mezzo per Kurtic che, ben posizionato, centra un difensore. Al 41′ Caldara manda fuori di testa, da ottima posizione, un pallone ben servito da Gomez. Dopo 2 minuti di recupero e 2 ammonizioni (Caldara e Dzemaili), termina il primo tempo sul 2-1.
Papu Gomez eLa ripresa ha un avvio a bassi ritmi, ma al 61′ il Bologna trova il pareggio con Di Francesco, che riceve da Dzemaili in area ed elude abilmente l’intervento dei difensori nerazzurri, insaccando col sinistro. A un quarto d’ora dalla fine Caldara riporta gli orobici avanti: angolo di Gomez, Cristante spizzica il pallone che il difensore classe ’94 insacca per il 3-2. All’88 Di Francesco esplode un gran tiro dal limite con Berisha che risponde, il portiere albanese si ripete 2 minuti dopo su Destro, che davanti a lui calcia debolmente, facendosi parare il tiro. Al 48′ Kurtic ha una clamorosa occasione per chiuderla, ma lanciato in campo aperto sbaglia il controllo, accentrandosi troppo e favorendo la chiusura di Taider. È l’ultima occasione del match che si chiude col 3-2 che manda in orbita l’Atalanta.

ATALANTA – BOLOGNA 3-2 (2-1)

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Toloi 6 (63′ D’Alessandro 6), Caldara 6.5, Masiello 6; Conti 7, Kessié 6 (22′ Cristante 6.5), Freuler 6.5, Spinazzola 6.5; Kurtic 6.5, Gomez 7; Petagna 6.5 (72′ Grassi ). All. Gasperini 6.
A disp.: Cabezas, Gollini (P), Hateboer, Konko, Migliaccio, Mounier, Paloschi, Pesic, Raimondi.

BOLOGNA (4-3-3): Da Costa 5.5; Mbaye 5.5 (74′ Krafth sv), Gastaldello 5.5, Maietta 5.5, Masina 6; Dzemaili 6, Viviani 5.5 (83′ Petkovic sv), Taider 6; Di Francesco 6.5, Destro 6.5, Krejci 6 (Okonkwo sv). All. Donadoni 6.
A disp.: Donsah, Monari (P), Oikonomou, Ravaglia, Sadiq.

ARBITRO: Carmine Russo (Nola)

MARCATORI: 3′ Conti (A), 14′ Freuler (A), 16′ Destro (B), 61′ Di Francesco (B), 75′ Caldara (A)

AMMONITI: Caldara (A), Dzemaili (B), Gastaldello (B), Mbaye (B), Masiello (A)

ESPULSI:

NOTE: Recupero 2′ pt, 5′ st

TOP 90ESIMO – Gomez: il solito Papu, che mette lo zampino su ogni gol bergamasco; un’altra prova di forza che conduce i suoi al quarto posto momentaneo.

FLOP 90ESIMO – Da Costa: non un disastro, ma in un Bologna comunque discreto si differenzia per i 3 gol nei quali ha qualche responsabilità.

Guarda Anche...

CONDIVIDI