90esimo – #SanGalloLugano 0-2: un buon Lugano piega un opaco San Gallo

Condividi la notizia sui social

Archiviata la pausa dedicata alle Nazionali, il Lugano si presentava al Kybunpark di San Gallo consapevole dell’importanza di allungare la scia di risultati utili per incamerare ulteriori fiducia e punti per una classifica che lo collocava all’ultimo posto.

Le due compagini entrano in campo dimostrando un’attitudine da amichevole, mantenuta per lunghissimi tratti durante tutta la contesa. Il primo squillo in una partita dall’elettrocardiogramma piatto è offerto dagli ospiti: una punizione di Ledesma al 3′ trova un colpo di testa centrale di Junior che non sorprende Lopar. Sempre l’estremo difensore locale neutralizza un tentativo di Mariani al 7′. Il San Gallo lascia il pallino del gioco ai Luganesi, che si rendono nuovamente pericolosi al 26′: a seguito di una spizzicata di Junior, Gerndt può involarsi verso la porta ma il suo piatto non è né potente né angolato e viene pertanto facilmente neutralizzato da Lopar. Gli uomini di Contini si sono presentati alcune volte dalle parti di Kiassumbua solo intorno al 30′ senza tuttavia mai creare veri e propri rischi.

Nel secondo tempo l’inerzia della gara sembra rimanere la medesima, con un Lugano in agevole controllo contro un insipido San Gallo. Al 55′ Mariani serve Junior che, dalla destra e in vantaggio rispetto ai suoi inseguitori, calcia senza centrare la porta. La rete è nell’aria (facile affermarlo con il senno di poi) e al 72′ cade: Mihajlovic subisce un fallo e Mariani sfrutta la punizione per indirizzare in area un cross, depositato in rete dall’incornata in tuffo di Sabbatini, aiutato da un colpevole Lopar.
I padroni di casa sembrano scuotersi, ma la verve è solo un fuoco di paglia. All’84’, infatti, il Lugano segna il definitivo 0 a 2: un ottimo Mariani si mette in evidenza con un repentino cambio di gioco filtrante che trova la corsa di un Junior che, arrivato a tu per tu con Lopar, mantiene la freddezza e segna di piatto. All’88’, a coronare una prestazione maiuscola, il centrocampista salva sulla propria linea di porta.

La contesa, per lunghi tratti, è stata avara di emozioni, soprattutto a causa di un San Gallo irriconoscibile, incapace di tener fede alla propria reputazione di squadra rocciosa e animata da spirito agonistico (soprattutto tra le mura amiche). Al Lugano sono bastati un agevole controllo e i ‘colpi di genio’ di Mariani per guadagnare tre punti e scalare provvisoriamente ben tre posizioni in classifica.

FC St. Gallen 1879 (4-2-3-1): Lopar 5; Lüchinger 5.5, Haggui 5, King 5.5, Wittwer 5.5; Taipi 5.5 (76′ Babic s.v.), Tschernegg 5.5; Aleksic 6, Barnetta 5.5 (73′ Kukuruzovic 5.5), Aratore 5.5 (83′ Tafer s.v.); Buess 5. All.: Contini. A disp.: Stojanovic, Wiss, Kräuchi, Gönitzer.

FC Lugano (4-1-4-1): Kiassumbua 6; Mihajlovic 6.5, Sulmoni 6.5, Rouiller 6.5, Daprelà 6.5; Ledesma 6 (56′ Bottani 6); Junior 7, Sabbatini 7, Piccinocchi 6.5, Mariani 7.5 (90′ Culina s.v.); Gerndt 5.5 (79′ Vecsei s.v.). All.: Tami. A disp.: Da Costa; Yao, Amuzie; Manicone.

ARBITRO: Signor San.

MARCATORI: Sabbatini (FCL) al 72′, Junior (FCL) all’84’.

AMMONITI: Ledesma (FCL) al 27′, Daprelà (FCL) al 30′; Lüchinger (FCSG) all’89’; Kiassumbua (FCL) al 90′.

ESPULSI: –

NOTE: 0 minuti di recupero a fine primo tempo, 4 minuti di recupero a fine secondo tempo. 9’987 spettatori.

TOP NOVANTESIMO: Mariani 7.5 – Dopo alcune prestazioni opache, ora possiamo affermare che è tornato definitivamente fantasista che avevamo imparato ad apprezzare nel corso della passata stagione. Lotta, offre a corrente continua assist e potenziali passaggi decisivi e allontana un pallone dalla linea della propria porta.

FLOP NOVANTESIMO: Lopar 5 – È un po’ incerto in occasione dei gol, a sua discolpa va riconosciuto che non è ben consigliato e sostenuto dai suoi compagni di squadra.

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua città.